Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la pi¨ importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, "E' sbagliato lanciare ultimatum per episodi facilmente gestibili e risolvibili"

MURARO TENDE UNA MANO A "SUONI DI MARCA":VENITE AL SANT'ARTEMIO

Il presidente della provincia: "Dibattito che non fa bene alla cittÓ"


TREVISO - “Il dibattito che si sta svolgendo in questi giorni in merito a Suoni di Marca, con i toni che ho letto, non fa certo il bene di Treviso – esordisce Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – già da qualche anno la manifestazione è inserita nel nostro cartello culturale RetEventi, il network di oltre 1.000 eventi vagliati da un comitato artistico. Uno apre i giornali e legge sì alla moschea e no a Suoni di Marca. Allora c’è qualcosa che non va. Non vorrei che un visitatore o un turista pensasse che il nostro capoluogo è una città poco accogliente nei confronti della musica. Sappiamo bene che il momento di crisi che ci attanaglia è difficile e strema le famiglie, quindi eventi gratuiti e low cost come sono Suoni di Marca e l'Home Festival sono un vero toccasana per i trevigiani, momento di svago tutti, grandi e piccini. Certo, se l'organizzazione della manifestazione che si svolge sulle mura ha sgarrato su orari o sicurezza va ripresa, ma su questo confido nel grande lavoro che sempre svolgono le Forze dell'Ordine. Diverso invece è lanciare ultimatum dopo episodi che sono ampiamente gestibili e risolvibili con la collaborazione di tutti. Ma non era questa l'amministrazione comunale che avrebbe promosso la cultura, la musica, che avrebbe rilanciato i luoghi pubblici (come sono le mura) come bene comune a disposizione della comunità? Non vorrei mai che invece si stesse puntando i riflettori su un evento che era già diventato grande con la precedente amministrazione. Mi verrebbe quasi da dire agli organizzatori: venite al Sant'Artemio, dove abbiamo già organizzato eventi come la Fiera Quattro Passi – chiude Muraro – Ma poi sono sicuro che certi soloni direbbero che in questo modo svuotiamo il centro storico. E magari sarebbero proprio gli stessi che, oggi, lanciano i diktat contro la musica e invece vorrebbero la moschea”.