Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Treviso, "E' sbagliato lanciare ultimatum per episodi facilmente gestibili e risolvibili"

MURARO TENDE UNA MANO A "SUONI DI MARCA":VENITE AL SANT'ARTEMIO

Il presidente della provincia: "Dibattito che non fa bene alla città"


TREVISO - “Il dibattito che si sta svolgendo in questi giorni in merito a Suoni di Marca, con i toni che ho letto, non fa certo il bene di Treviso – esordisce Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – già da qualche anno la manifestazione è inserita nel nostro cartello culturale RetEventi, il network di oltre 1.000 eventi vagliati da un comitato artistico. Uno apre i giornali e legge sì alla moschea e no a Suoni di Marca. Allora c’è qualcosa che non va. Non vorrei che un visitatore o un turista pensasse che il nostro capoluogo è una città poco accogliente nei confronti della musica. Sappiamo bene che il momento di crisi che ci attanaglia è difficile e strema le famiglie, quindi eventi gratuiti e low cost come sono Suoni di Marca e l'Home Festival sono un vero toccasana per i trevigiani, momento di svago tutti, grandi e piccini. Certo, se l'organizzazione della manifestazione che si svolge sulle mura ha sgarrato su orari o sicurezza va ripresa, ma su questo confido nel grande lavoro che sempre svolgono le Forze dell'Ordine. Diverso invece è lanciare ultimatum dopo episodi che sono ampiamente gestibili e risolvibili con la collaborazione di tutti. Ma non era questa l'amministrazione comunale che avrebbe promosso la cultura, la musica, che avrebbe rilanciato i luoghi pubblici (come sono le mura) come bene comune a disposizione della comunità? Non vorrei mai che invece si stesse puntando i riflettori su un evento che era già diventato grande con la precedente amministrazione. Mi verrebbe quasi da dire agli organizzatori: venite al Sant'Artemio, dove abbiamo già organizzato eventi come la Fiera Quattro Passi – chiude Muraro – Ma poi sono sicuro che certi soloni direbbero che in questo modo svuotiamo il centro storico. E magari sarebbero proprio gli stessi che, oggi, lanciano i diktat contro la musica e invece vorrebbero la moschea”.