Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Auto fuori strada all'incrocio di Castrette, ladro ferito tenta di scappare

FOLLE INSEGUIMENTO A 160 KM/H FUORI STRADA CON L'AUTO RUBATA

Bmw sventra guard rail e resta in bilico, rischia di finire sulla Postioma


VILLORBA - (NC) Una folle fuga con le volanti della polizia e le "gazzelle" dei carabinieri alle calcagna, ad una velocità di 160 km/h: prima lungo viale della Repubblica, poi sulla Pontebbana fino alla curva che risulterà fatale, quella dell'incrocio di Castrette con l'auto del fuggitivo che imbocca via Silvio Marsoni, non riesce a frenare in tempo, sfonda il guard rail e si ferma appena in tempo, in bilico sul sottopasso della Postioma. Se la vettura fosse precipitata in basso forse per il fuggitivo non ci sarebbe stato scampo e neppure per chi si fosse trovato a percorrere il sottopasso in quell'istante. E' la sintesi della serata di follia che nella tarda serata di martedì, verso le 23.30, ha visto come protagonista un cittadino romeno di 27 anni. Alla guida di una Bmw 520 bianca, risultata rubata a Padova, ha seminato il panico per lunghissimi minuti lungo due delle arterie principali del capoluogo e dell'immediato circondario. Ora l'uomo si trova ricoverato al Ca' Foncello di Treviso con ferite gravi che non gli avevano impedito comunque di tentare un'ultima disperata fuga a piedi. La Bmw era stata intercettata da una volante della polizia lungo viale della Repubblica: l'agente alla guida ordina l'alt ma l'automobilista accelera fino a raggiungere una velocità a dir poco folle, compiendo sorpassi pericolosissimi. Tra le vetture superate c'è anche quella di una pattuglia dei carabinieri che si unisce agli agenti delle volanti nel rocambolesco inseguimento. Lo straniero, dopo aver attraversato vari incroci ignorando diversi semafori rossi, attraversa contromano la rotonda tra viale della Repubblica e Pontebbana e continua la sua serie quasi suicida di sorpassi con diversi automobilisti che vengono più volte sfiorati dall'auto, lanciata a tutta velocità. La fuga si concluderà a Castrette, lungo la strada che congiunge Pontebbana a strada Postioma. La Bmw sfonda il guard rail e termina la sua corsa sul ciglio del sottopasso. L'automobilista romeno, bloccato da poliziotti e carabinieri, è stato soccorso dai paramedici del Suem118 che lo trasporteranno al Ca' Foncello di Treviso. Immediatamente viene interdetta la circolazione lungo il sottopasso della Postioma: poco dopo i vigili del fuoco sono intervenuti per recuperare e mettere in sicurezza il mezzo. Sul posto, per rilevare l'incredibile incidente che ha portato a semidistruggere il guard rail, è giunta una pattuglia della polizia stradale. Lo straniero, R.M., è stato arrestato per ricettazione, porto abusivo di oggetti atti ad offendere (in auto presenti un tirapugni, un coltello ed un cacciavite), resistenza e violenza a pubblico ufficiale: a suo carico ha un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Savona. Non appena sarà dimesso dal Ca' Foncello sarà accompagnato in carcere e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria. (FOTO E VIDEO RADIO VENETO UNO)