Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I ragazzi di Seren Del Grappa erano rimasti intrappolati nell'abisso di Monte Oro

SPELEOLOGI BLOCCATI SUL GRAPPA SALVATI DAL SOCCORSO ALPINO

I due si trovavano a una profondità di 80 metri: stanno entrambi bene


BORSO DEL GRAPPA - La VI Delegazione speleologica del Soccorso Alpino e Speleologico Veneto è stata allertata per il recupero di due speleologi bloccati da una piena nell'abisso di Monte Oro sul Grappa. Le piogge di domenica avevano infatti messo in difficoltà a un gruppo di 5 speleologi mentre stavano uscendo dalla cavità e si trovavano a una profondità di circa 300 metri, costringendo due di loro a fermarsi alla base di una verticale di 80 metri divenuta impercorribile per l'aumento improvviso della portata d'acqua che aveva trasformato il pozzo in una cascata. I compagni usciti all'esterno (di cui uno tecnico del Cnsas), dopo una prolungata attesa, non vedendo arrivare i due amici avevano richiesto l'intervento del Soccorso speleo. Una quindicina di tecnici ha raggiunto l'ingresso della grotta, dopo avere caricato nei magazzini di Castelfranco Veneto e Feltre il materiale necessario al recupero, e ha iniziato la discesa per cercare di raggiungere i due speleologi, provvedendo nel contempo a stendere un cavo telefonico per permettere le comunicazioni tra esterno e interno della cavità. La grotta ha mantenuto a lungo una portata idrica importante e solamente verso le 4 di questa mattina i soccorritori sono riusciti ad avvicinarsi ai due ragazzi, entrambi di Seren del Grappa (BL), che erano in buone condizioni fisiche, anche se bagnati e infreddoliti dalla lunga attesa. Il personale sanitario dei Soccorso spelelo presente in grotta ha valutato le loro condizioni, ha provveduto a riscaldarli, poi sono iniziate le operazioni di risalita verso l'esterno. I tecnici presenti in grotta hanno provveduto a posizionare sistemi di recupero per aiutare i due speleologi nella progressione nei tratti più impegnativi. L'uscita è avvenuta alle 7.45. Erano presenti all'esterno i nuclei Saf dei vigili del fuoco, provenienti da vari comandi della regione, che hanno collaborato alle operazioni. L'abisso di Monte Oro è una delle molte cavità a sviluppo prevalentemente verticale (la sua profondità è di 501 metri) che si apre sulle pendici del versante sud del Monte Grappa. Questa grotta presenta una sequenza di pozzi verticali che in caso di forti precipitazioni diventano difficilmente percorribili.