Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Funerale unico per le vittime, giovedì nel duomo di Pieve di Soligo

TRAGEDIA DI REFRONTOLO: SOTTO ACCUSA LE COLLINE DEL PROSECCO

Il pm Laura Reale disporrà accertamenti sulle coltivazioni selvagge



REFRONTOLO
– (gp) Le indagini sul disastro di Refrontolo potrebbero trasformarsi in una maxi inchiesta sulle colline del prosecco. Il pm Laura Reale ha infatti aperto un fascicolo per disastro colposo e omicidio colposo plurimo a carico di ignoti in seguito all'esondazione del torrente Lierza che ha investito il capannone della “Festa dei omeni” al Mulinetto della Croda uccidendo quattro persone (Fabrizio Bortolin, 48 anni di Santa Lucia di Piave, Maurizio Lot, 52 anni di Farra di Soligo, Luciano Stella, 50 anni, gommista di Pieve di Soligo, e Giannino Breda, 67 anni di Falzè di Piave) e ferendone gravemente altre due. Disposto il sequestro di tutta l'area e gli accertamenti del caso affidati a esperti di geologia e idraulica, l'attenzione del magistrato si sta posando (oltre che sulle autorizzazioni per lo svolgimento della manifestazione, sul corretto utilizzo della tensostruttura che ha ceduto sotto la furia dell'acqua e del fango, e sulla manutenzione del torrente “killer”) sulla coltivazione intensiva delle vigne. Non sono pochi infatti gli esposti e le denunce presentate negli anni dalle associazioni ambientaliste per sottolineare come le speculazioni abbiano avuto la meglio sulla sicurezza idrogeologica di un territorio fragile come quello dell'Alta Marca. Gli inquirenti, tra le varie cause del disastro, andranno a scavare anche questo aspetto, fatto di concessioni regionali e comunali che potrebbero indirettamente aver favorito un dissesto del territorio che, alla lunga, avrebbe portato a indebolirlo a tal punto da non poter reggere a un'acquazzone. Se le ipotesi dovessero trovare conferma, nel mirino della Procura di Treviso potrebbero finire privati cittadini ma anche intere amministrazioni comunali e politici a livello provinciale e regionale. L'inchiesta è comunque agli inizi e ci vorranno mesi per poter arrivare a fare il punto della situazione, che potrebbe pure essere archiviato come un evento eccezionale e imprevedibile che è purtroppo costato la vita a quattro persone, per le quali non è stata disposta nessuna autopsia, tanto che il pm ha già rilasciato il nulla osta per la sepoltura. Il funerale unico verrà celebrato giovedì alle 15 nel Duomo di Pieve di Soligo.
Ai nostri microfoni il commento del titolare della indagini sul disastro di Refrontolo, il sostituto procuratore Laura Reale.