Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Presidente del Consiglio regionale Clodovaldo Ruffato al Molinetto della Croda

TRAGEDIA DI REFRONTOLO: "SERVE UN VERO PIANO STRAORDINARIO"

"La difesa idrogeologica necessita di una manutenzione continua"



REFRONTOLO
- "Ci vuole un piano straordinario per la difesa idrogeologica del territorio da integrare con iniziative di manutenzione continua. La Banca della Terra offre una soluzione per terreni e boschi abbandonati". Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Clodovaldo Ruffato, si è recato sul luogo della tragedia a Refrontolo e ha partecipato alla riunione congiunta tra gli amministratori di Pieve di Soligo e Refrontolo. "Esprimo la mia vicinanza e il cordoglio mio personale e dell'intera Assemblea regionale ai familiari delle vittime e ai feriti causati sabato in tarda serata dal torrente in piena - ha affermato Ruffato - Ora dobbiamo lavorare tutti assieme affinché situazioni del genere non si verifichino più: dobbiamo mettere in sicurezza il nostro territorio veneto in tempi brevi e in modo diffuso: ci vogliono manutenzione ordinaria e straordinaria. In Consiglio abbiamo impegnato risorse per realizzare le difese idrauliche necessarie a evitare disastri ambientali come l'alluvione del 2010 che ha colpito particolarmente il Vicentino e il Padovano e in parte il Veronese e la Marca trevigiana - commenta Ruffato - Servono però interventi diffusi soprattutto nella zona pedemontana particolarmente colpita in questi mesi estivi dalle cosiddette bombe d'acqua. Sappiamo che per mettere in opera tutti gli interventi di difesa idrogeologica previsti dai progetti regionali ci vogliono da 1,2 miliardi a 2,7 miliardi di euro, risorse per ora non alla portata del bilanci della Regione del Veneto - prosegue Ruffato - Dovremo mettere in opera un piano straordinario convogliando risorse statali e della Comunità europea. Non vedo altre vie d'uscita. Per ora - conclude Ruffato - dobbiamo evitare di lasciare terreni o boschi incolti: il territorio va controllato e l'iniziativa della Banca della Terra che mette in moto molti giovani agricoltori e silvicoltori è una soluzione. Invito quindi enti pubblici e privati cittadini a segnalare le proprietà abbandonate e incolte, ma soprattutto a mettere a disposizione tali proprietà con la banca della Terra che abbiamo istituito con norma regionale la settimana scorsa".