Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le nuove regole portano ad un rialzo dell'imponibile e quindi delle tasse

RIFORMA DEL CATASTO, RISCHIO STANGATA PER I TREVIGIANI

Con i nuovi valori di mercato aumenti del 144% rispetto alle attuali rendite


TREVISO - La nuova riforma del Catasto rischia di pesare non poco sul portafoglio dei trevigiani proprietari di immobili. Secondo un'analisi elaborata dal Sole 24 Ore l'aumento tra le attuali rendite catastale e i valori di mercato alla base delle nuove regole, infatti ammonterebbe al 144%: l'imponibile passerebbe dai 99.627 euro medi di oggi a 242.907 euro. Nella classifica  tra i 103 capoluoghi di provincia italiani, Treviso si colloca al 29esimo posto per entità di incremento. Se il dato venisse confermato, si ripercuoterebbe inevitabilmente sulle tasse sugli immobili, in particolare Imu e Tasi, che, a loro volta, potrebbero registrare rialzi di una volta e mezza. Nella graduatoria nazionale, il record del differenziale spetta a Pistoia (più 284%), seguita da Pesaro (273%), mentre a Pordenone l’aumento è solo del 19%.