Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Le bare affiancate sull'altare con foto e cuscini di fiori, ai lati le famiglie delle vittime

IN TREMILA A SALUTARE MAURIZIO, GIANNINO, FABRIZIO E LUCIANO

Nel duomo di Pieve di Soligo i funerali delle 4 vittime di Refrontolo


PIEVE DI SOLIGO - Si attendeva una folla enorme e così è stato. Quasi tremila persone si sono ammassate a Pieve di Soligo per tributare l'ultimo saluto a Maurizio Lot, Luciano Stella, Fabrizio Bortolin e Giannino Breda, le quattro vittime morte a causa dell'alluvione di sabato notte durante al “Festa dei omeni” al Molinetto della Croda a Refrontolo. I primi ad arrivare, intorno all'una e mezza, sono stati gli altri partecipanti alla festa, venuti a salutare gli amici che purtroppo non ce l'hanno fatta. Via via il duomo del capoluogo solighese si è gremito: un migliaio di persone, non trovando più posto, ha riempito la piazza antistante, nonstante abbia iniziato a piovere. Diverse centinaia si sono invece concentrate anche al teatro Careni, dove un maxischermo ha consentito di seguire la funzione. Parenti, conoscenti, soprattutto tanti cittadini venuti a testimoniare il proprio dolore per la tragedia e la solidarietà con le famiglie e le comunità colpite. Svariate autorità non hanno voluto mancare: oltre ad una sessantina di sindaci dei comuni della zona, con in testa i primi cittadini di Refrontolo, Pieve, S. Lucia di Piave e Sernaglia della  Battaglia, hanno partecipato il presidente della Regione Luca Zaia, il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, il presidente della Provincia, Leonardo Muraro.
Le quattro bare, portate a spalle dagli amici, sono state posizionate sull'altare, con una foto degli scomparsi e, sopra, un cuscino di fiori. A vegliarle, in precedenza durante la camera ardente, due carabinieri in alta uniforme. Davanti alla chiesa, si è schierato un picchetto di vigili del fuoco, tra i primi a giungere sul luogo del disastro e tra i più impegnati nei soccorsi. A celebrare le esequie è il vescovo di Vittorio Veneto, monsignor Corrado Pizziolo.
Bandiere a mezz'asta in tutto il Veneto, a Pieve di Soligo e nei comuni vicini è stato proclamato in lutto cittadino: la maggior parte dei negozi, ha tenuto le saracinesche abbassate durante i funerali, in segno di rispetto e solidarietà.
Anche Radio Veneto Uno, nel partecipare al cordoglio delle famiglie, ha interrotto le proprie trasmissioni per un minuto, trasmettendo poi la messa di Requiem di Giuseppe Verdi.