Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Recuperato dal soccorso alpino e portato all'ospedale di Treviso con traumi all'addome

SCIVOLA DAL SENTIERO SUL GRAPPA, TEDESCO BLOCCATO IN UN BURRONE

L'incidente lungo l'altavia degli Eroi, sul monte SassumÓ


ALANO DI PIAVE - Percorrendo in solitaria una variante dell'Alta via degli eroi, la numero 8, sul Monte Sassumà, testata della Valle di Schievenin, tra le province di Treviso e Belluno, un escursionista di Francoforte ha smarrito il sentiero. Cercando di ritrovare la traccia, l'uomo, un sessantacinquenne, è scivolato e si è procurato diverse contusioni. Scattato l'allarme attorno alle 10.30, il 118 ha inviato nel gruppo del Grappa l'elicottero di Treviso emergenza che, dopo aver imbarcato un soccorritore della Stazione di Feltre, profondo conoscitore della zona, si è avvicinato all'ultimo tratto noto percorso dall'escursionista. La presenza di nebbia ha però costretto l'eliambulanza a sbarcare più in basso del previsto soccorritore e tecnico del Soccorso alpino dell'equipaggio, senza poter sorvolare l'area. I due hanno quindi iniziato la ricerca, chiamando a voce l'uomo, mentre una squadra del Soccorso alpino di Feltre raggiungeva in jeep Forcella Bassa per ulteriore supporto. Dopo un'ora circa l'escursionista ha risposto ai richiami ed è stato individuato a raggiunto. I soccorritori lo hanno quindi aiutato a spostarsi in una radura dove, non appena le nuvole hanno aperto un varco, l'elicottero è riuscito a recuperarlo con un verricello, per poi accompagnarlo all'ospedale di Treviso con un probabile trauma addominale.