Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12░ Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Concessi novanta giorni di tempo a un ingegnere idraulico, un geologo e un idrologo

NOMINATI TRE ESPERTI PER CAPIRE COME MAI IL LIERZA ╚ ESONDATO

Disastro di Refrontolo: giÓ effettuate dal pm due ricognizioni aeree


REFRONTOLO – (gp) Un geologo, un ingegnere idraulico e un esperto in idrologia. Sono tre i professionisti nominati dalla Procura di Treviso per far luce su quanto accaduto al Molinetto della Croda di Refrontolo la sera del 2 agosto scorso. I periti, che avranno 90 giorni di tempo (prorogabili) per stilare una relazione dettagliata in merito all'esondazione del torrente Lierza che ha ucciso quattro dei 90 partecipanti alle “Festa dei Omeni”, ferendone gravemente altri due, avranno il compito di verificare lo stato dei luoghi, analizzare la portata del torrente e stabilire se ci siano state o meno opere di modifica del corso del Lierza che potrebbero aver causato, anche indirettamente, l'ondata di piena che ha travolto la tensostruttura distruggendola. Le indagini sul disastro di Refrontolo insomma continuano a spron battuto. Il sostituto procuratore Laura Reale, titolare del fascicolo d'inchiesta a carico di ignoti per omicidio colposo plurimo e disastro colposo, ha effettuato un sopralluogo e una ricognizione aerea dell'area interessata, ancora sotto sequestro penale, rendendosi conto in prima persona della situazione e dando ordine di effettuare altri accertamenti alle forze dell'ordine intervenute la sera della tragedia. Un primo sorvolo è stato compiuto assieme agli uomini della Guardia Forestale, un secondo con i carabinieri per scattare delle immagini georeferenziate dei luoghi. Tutto materiale che confluirà nel fascicolo d'indagine per capire cosa sia andato storto e individuare se ci siano state o meno responsabilità di terzi nella morte di Maurizio Lot, Luciano Stella, Fabrizio Bortolin e Giannino Breda.
Ai nostri microfoni le parole del procuratore capo di Treviso Michele Dalla Costa.