Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Fermato dalla Polizia sulla Treviso-mare la sera di Ferragosto

BICI, PC, FOTOCAMERA RUBATI: NEI GUAI UN 30ENNE MESSICANO

Nascondeva oggetti e soldi per 4mila euro nella sua monovolume


TREVISO - Nell'auto aveva oggetti e soldi per oltre 4mila euro di cui non ha saputo spiegare la provenienza. Un cittadino messicano è stato denunciato dalla Polizia e processato per direttissima per ricettazione. La sera di Ferragosto, intorno alle 23, alla vista della Volante, impegnata in posto di controllo sulla rotonda di Silea della Treviso Mare, lo straniero, alla guida di una monovolume Fiat Ulysse, si è avvicinato alla vettura che lo precedeva, forse per cercare di passare inosservato. La manovra, al contrario, ha insospettito gli agenti, che si sono messi all'inseguimento. Quando, pochi chilometri dopo, hanno bloccato l'auto, i poliziotti hanno capito il motivo del tentativo di fuga. Gli altri due uomini, inizialmente individuati a bordo, nel frattempo se l'erano squagliata: nella macchina rimaneva solo il conducente, Braulio Blas Carmona, 30enne cittadino del paese latinoamericano. E diverso materiale: in particolare, due mountain bike del valore di almeno mille euro ciascuna, oltre a caschetti, tute e occhiali da ciclista. E poi, un pc portatile, una macchina fotografica digitale, un navigatore satellitare, due telefonini, tra cui un iPhone, altre due paia di occhiali da sole di marca. Più 675 euro in contanti e svariate monetine. Oltre a cesoie, cacciaviti, chiavi inglesi ed altri attrezzi.
Per giunta, l'auto è risultata radiata e su di essa grava una segnalazione per essere stata impiegata in un precedente furto, mentre l'immigrato era alla guida senza patente ed ha fornito un documento contraffatto. A suo carico un unico precedente per rapina, nel 2008, a Milano, ma gli inquirenti ritengono possa trattarsi di un professionista. Arrestato e portato davanti al magistrato, si è dimostrato ben poco collaborativo, fingendo di non capire l'italiano, benchè sia in Italia da sei anni: ora, tra l'altro, verrà anche espulso.