Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In azione di notte a oltre 2000 metri 12 soccorritori e 4 Vigili del Fuoco

SALVATA DAL SOCCORSO ALPINO UNA DONNA CADUTA IN VAL GIRALBA

Alla fine la ferita, originaria di Brescia, è stata ricoverata in ospedale


BELLUNO -  Recuperata e tratta in salvo un'escursionista infortunata, bloccata assieme al marito ed un amico, su una laterale della Val Giralba. Si è concluso verso le 5.30 di questa mattina l'intervento che ha visto impegnate le squadre del Soccorso alpino di Auronzo. Ieri due coppie di Brescia, salite per la Val del Marden al Bivacco De Toni, a 2.578 metri di quota, hanno poi deciso di rientrare percorrendo la 'Lavina de la Ciavala, un sentiero non segnato Cai, che su una guida in loro possesso era indicato come 'percorso selvaggio' verso Forcella Maria. Mentre scendevano, ancora era chiaro, A. N., 55 anni, di Palazzolo sull'Oglio (BS), è però caduta, procurandosi una sospetta slogatura alla caviglia e un trauma al ginocchio. I 4 hanno scelto di dividersi. L'infortunata e il marito si sono fermati dove si trovavano, l'altra coppia è scesa. All'imbocco del sentiero della Val Giralba i due hanno incrociato un escursionista che rientrava dal Rifugio Carducci diretto a Dobbiaco. Dopo avergli affidato la moglie, che l'escursionista ha accompagnato fino a Palus San Marco, l'uomo, con il cellulare scarico, è tornato sui suoi passi diretto dagli amici in difficoltà.  Una volta calato il buio, si è dovuto fermare prima, non volendo proseguire oltre sprovvisto di luce. Nel frattempo la moglie, raggiunto San Marco verso le 21, ha atteso un paio di ore confidando nel rientro, per poi lanciare l'allarme al 118 passate le 23. Dodici soccorritori della Stazione di Auronzo e della Forestale, con 4 vigili del fuoco a Pian de le Salere,  sono quindi partiti a piedi salendo dal basso. Hanno prima individuato l'amico, che si è aggiunto alle squadre, e poi, a circa 2.000 metri hanno ritrovato la coppia, che si era creata un ricovero nel canale dove era incrodata. Valutato che il freddo intenso non permetteva di attendere l'alba e l'intervento dell'elicottero, i soccorritori hanno imbarellato la donna e l'hanno calata con sistema lecchese per circa 800 metri di dislivello fino al fondovalle.