Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Migliorano di giorno in giorno le condizioni di salute dei due partecipanti alla festa

TRAGEDIA DI REFRONTOLO: I FERITI LASCIANO LA TERAPIA INTENSIVA

Entrambi stanno rispondendo nel migliore dei modi alle terapie


REFRONTOLO – (gp) Dopo la tragedia del Molinetto della Croda a Refrontolo in cui sono morte quattro persone il 2 agosto scorso, cominciano ad arrivare buone notizie sul fronte dei due feriti che sono miracolosamente a salvarsi. Il paziente ricoverato all'ospedale Ca' Foncello per un grave politrauma, già trattato chirurgicamente all'inizio della degenza e sottoposto lo scorso 12 agosto scorso a un intervento chirurgico di ortopedia maggiore, è stato trasferito dal Servizio di Terapia Intensiva, diretto dal dr. Carlo Sorbara, al reparto di Ortopedia e Traumatologia, diretto dal dr. Gianluca Bertoni. Le condizioni cliniche, dopo 18 giorni di ricovero, sono in graduale miglioramento. Anche il paziente che ha riportato una grave ferita lacero contusa una gamba, e che è stato sottoposto a un prolungato trattamento quotidiano da parte del chirurgo plastico per mantenere pulita la lesione, ad una serie di sedute in camera iperbarica e ad una pesante terapia antibiotica, è stato trasferito dal Servizio di Terapia intensiva ed è finalmente ricoverato al reparto di degenza ordinaria di Chirurgia Generale dove continua ad essere seguito dall’equipe di Chirurgia Plastica diretta dal dr. Giorgio Berna. L'uomo è stato anche sottoposto ad un primo intervento di chirurgia ricostruttiva e reagisce positivamente alle cure.