Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sorprendente 21-17 dei polesani sul Benetton, travolto nel primo tempo

I BERSAGLIERI LE SUONANO AI LEONI NELL'AMICHEVOLE DI ROVIGO

Inutile la rimonta finale dallo 0-21, Luca Morisi ancora a segno


ROVIGO - Seconda amichevole e prima sconfitta del Benetton in precampionato, contro i Bersaglieri rodigini. Partita dai due volti per i Leoni che pagano a caro prezzo i tanti errori difensivi della prima e dell'inizio della seconda frazione di gioco e innestano troppo tardi la marcia giusta, fallendo anche i punti al piede che avrebbero consentito almeno il pareggio. I rossoblu combattono e si dimostrano un buon test nelle fasi statiche nei primi quaranta minuti di gioco. Il XV della Marca, invece, sente le gambe pesanti per la preparazione atletica (più di una sostituzione per crampi o problemi muscolari, con tanto di Alberto Sgarbi a terminare il tempo iniziale come flanker) e il conseguente nervosismo, con due cartellini gialli dopo diversi richiami dell'arbitro Vivarini. Il punteggio si sblocca sul finire dei quaranta minuti, con una mischia vinta dai rossoblu. Matteo Ferro esce palla in mano, impatta sull'ala e arriva oltre la linea. Inizia in questo momento il periodo più difficile di Antonio Pavanello e compagni che cercano di ritornare subito in partita con eccessiva frenesia e consentono così un recupero volante all'ex Bortolussi, che controlla palla dopo un paio di calcetti a seguire e si invola al centro dei pali.

Il primo tempo termina così con un pesante 14-0 e il Benetton non riemerge più dagli spogliatoi, subendo la strigliata di coach Umberto Casellato. Ancora una disattenzione difensiva, nella confusione generale porta alla terza meta dei Bersaglieri. Lo stesso Vivarini non sembra capire molto la dinamica dell'azione e si affida al sostegno dell'assistente Boaretto prima di assegnare la marcatura di Ngawini, furbo e lesto nello schiacciare in area una palla vagante. Da quel momento in poi è solo Treviso, ma imprecisione, nervosismo, frenesia ed errori di handling vanificano diverse occasioni. La nota positiva arriva dall'ennesima azione delle sue di Luca Morisi che produce i primi punti. Per il centro meneghino seconda marcatura in due partite amichevoli dopo il rientro per l'asportazione della milza. Pochi minuti e Sam Christie fa valere tutta la sua verve sfruttando una superiorità numerica per inserirsi tra le maglie della difesa. Stavolta l'ex Western Force centra anche i pali per la trasformazione ed il 21-12. E' un buon momento per Treviso che sembra poterlo sfruttare per completare la rimonta, quando un altro ex, Andrea Pratichetti, viene servito al largo per portare i suoi a -4. Nel finale, tante buone occasioni, ma niente di concreto ed il Rovigo può esultare davanti alla Tribuna Lanzoni con il proprio pubblico.

FEMI CZ RUGBY ROVIGO DELTA-BENETTON TREVISO 21-17
FEMI CZ RUGBY ROVIGO DELTA: Basson; Bortolussi, McCann, Menon, Ngawini; Rodriguez, Frati; Ferro, E. Lubian, De Marchi; Montauriol, Maran; Gajion, Mahoney, Quaglio. Entrati nel corsso della partita: Pozzi, Balboni, Manghi, Roan, Ceccato, Ravalle, Boggiani, Caffini, Zanini, Bronzini, Farolini, Majstorovic. All. Frati - De Rossi.

BENETTON TREVISO: Trevisan; Ragusi, Campagnaro, Sgarbi, Esposito; Carlisle, Ambrosini; Luamanu, Swanepoel, Barbini; Fuser, A. Pavanello; Acosta, Giazzon, Anae. Entrati nel corso della partita: Zanusso, Maistri, Manu, Muccignat, Auva'a, Seniloli, Christie, Bacchin, Morisi, Nitoglia, Pratichetti. All. Casellato.

ARBITRO: Vivarini della Federazione Italiana Rugby.
MARCATORI: pt 38' Ferro meta tr. Basson; 40' Bortolussi meta tr. Basson; st 6' Ngawini meta tr. Basson; 15' Morisi meta; 21' Christie meta tr. Christie; 27' Pratichetti meta.

NOTE: pt 14-0; cartellino giallo a: A. Pavanello (pt 35'), Muccignat (st 2'); Man of the match: Matteo Ferro (Femi CZ Rugby Rovigo Delta); spettatori: 1800 circa.