Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica dedicata al mondo golfistico curata da Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/63: PALLA FUORI LIMITE

I limiti sono definiti da muri, rencizioni, paletti o una semplice riga


TREVISO - Ancora una nuova pillola di golf assieme al nostro esperto Paolo Pilla. Questa settimana trattiamo della "palla fuori limite".
Dalle regole del Golf si evince che "Fuori limite" è oltre i limiti del campo o qualsiasi parte del campo così marcata dal comitato. Il F.L. può essere definito da muri, recinzioni di vario genere, paletti bianchi, o semplicemente da una riga bianca. La linea del fuori limite si sviluppa verticalmente sia verso l'alto sia in basso. Per meglio capire, se la palla si ferma tra le fronde di un albero che cresce F.L., quella palla è fuori limite, anche se a delimitarlo, è una semplice riga bianca tracciata sul terreno. Si considera che una palla sia fuori limite quando giace interamente al di fuori dei limiti del campo. Nel fare il colpo, il giocatore può disporsi anche fuori limite, è la palla che per essere considerata in gioco deve essere all’interno. Dei paletti di vari colori che si possono trovare sul percorso, solo i bianchi non si possono spostare se danno impiccio.
Come nel caso della palla persa, anche andando F.L. si prende un colpo di penalità, e si deve rifare il colpo dal punto in cui era stato fatto in precedenza, cioè con la procedura di “colpo e distanza”. Potrebbe essere un animale che la prende e la porta F.L., ma se questo accade, e di questo ci sia l’evidenza, il giocatore ha il diritto di giocare da dove la pallina aveva terminato la sua corsa.
Quando si è in dubbio se la palla sia andata o no F.L. è opportuno giocare una palla provvisoria, con tutte le prescrizioni che abbiamo visto nel caso della “palla persa”.
Una particolarità è data dai F.L. interni, creati per scoraggiare il desiderio che al giocatore potente possa venire di tagliare, e fare un colpo che possa essere di rischio per le persone, generalmente la presenza di giocatori su una buca adiacente. E’ doveroso per qualsiasi Comitato cercar di metter in atto tutto quanto possibile per salvaguardare la sicurezza durante il gioco. Questi paletti allora saranno dipinti di bianco per chi sta percorrendo quella buca, e di verde per l’altra, creando F.L. solo dalla parte interessata. Una pallina che viaggia a quella velocità può far male seriamente. Infatti, è il golf lo sport che vede la palla viaggiare a maggior velocità. Non tutte le palline ovviamente la raggiungono, ma per la curiosità: Abbattendo il record che Josè Areitio aveva in precedenza stabilito con altro sport, il “Jai Alai” (la "Pelota Basca”) conquistato a Newport nel 1979, nel 2007 il golfista canadese Jack Zuback, con il suo swing raggiunse la velocità di 328 Km/h.
Paolo Pilla

«Ci sono due cose cui bisogna mirare nella vita: primo è ottenere quello che si desidera; e, in seguito, trarne piacere. Solo i più saggi ci riescono».
 P. Smith


Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
16/07/2014 - Pillole di golf/62: palla persa
02/07/2014 - Pillole di golf/61: palla in movimento
18/06/2014 - Pillole di golf/60: palla mossa
11/06/2014 - Pillole di golf/59: piazzare la palla
04/06/2014 - Pillole di golf/58: droppare
29/05/2014 - Pillole di golf/57: putting green
22/05/2014 - Pillole di golf/56: palla infossata
09/05/2014 - Pillole di golf/55: terreno in riparazione
02/05/2014 - Pillole di golf/54: acqua occasionale
24/04/2014 - Pillole di golf/53: ostacolo d'acqua laterale
17/04/2014 - Pillole di golf/52: ostacoli d'acqua
03/04/2014 - Pillole di golf/51: il bunker
26/03/2014 - Pillole di golf/50: il rough
12/03/2014 - Pillole di golf/49: il Fairway
11/03/2014 - Pillole di golf/48: il percorso