Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Smontato dai carabinieri il raggiro: in due mesi aveva sottratto 2mila euro

POLIZZE FASULLE, NEI GUAI ASSICURATORE IRREGOLARE

Stipulava i contratti, ma si intascava i premi: denunciato per truffa


MONTEBELLUNA - Vendeva polizze fasulle: il collaboratore di un assicuratore di Montebelluna è stato denunciato per truffa dai carabinieri.
Tutto nasce da un incidente stradale, senza feriti, avvenuto a fine giugno proprio a Montebelluna. Uno dei due autisti coinvolti esibisce ai militari dell'Arma, intervenuti sul posto, un contratto assicurativo. Al controllo nella banca dati, però, il mezzo risulta privo di assicurazione, benchè il conducente insista nell'aver pagato regolarmente. Mentre l'uomo presenta denuncia contro il presunto assicuratore, partono complessi accertamenti. Alla fine gli investigatori sono riusciti a ricostruire la tecnica messa in atto, da B. S. 41enne del luogo: l'uomo operava nel settore per conto di un vero agente assicurativo. Quest'ultimo, mandatario di più compagnie, se ne serviva, pur essendo una pratica illegale, perchè, come poi dichiarerà “conosceva molte persone e poteva procacciare nuovi clienti”. Anzi, preso dai preparativi del suo matrimonio, aveva finito per affidare al collaboratore la quasi totale gestione dell'attività. Il procacciatore rilasciava contratti originali agli assicurati, che dunque erano tranquilli, e ritirava i premi. Non versava, però, il denaro al “datore di lavoro”, sostenendo che a causa di difficoltà economiche i clienti erano in ritardo con i pagamenti. Il trucco ha funzionato in almeno quattro casi in tre mesi, per una somma complessiva superiore ai duemila euro, e sarebbe senza dubbio proseguito se i carabinieri non avessero scoperto il raggiro.
Il 41enne è stato denunciato per truffa continuata. Ma non è rimasto senza conseguenze neppure il vero assicuratore: costretto dalla situazione a spiegare ai clienti e alle compagnie assicuratrici cosa fosse accaduto, ha versato di sua spontanea volontà i premi dei truffati, ma è stato licenziato.