Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, lunghe trattative dei carabinieri per convincerlo a desistere

DISOCCUPATO 52ENNE MINACCIA IL SUICIDIO: SALVATO IN EXTREMIS

Un 52enne era salito sul cornicione del terzo piano di un condominio


VITTORIO VENETO - Disperato, senza un lavoro e divorziato dalla moglie, ha tentato il gesto estremo: ha raggiunto il terzo piano di una palazzina in via Dante, nella frazione Meschio a Vittorio Veneto, ed ha minacciato di gettarsi nel vuoto. L'episodio è avvenuto nella tarda serata di lunedì, poco dopo le 23.30. A cercare di farla finita un uomo vittoriese di 52 anni che si è seduto, con le gambe penzoloni, su un cornicione annunciando che si sarebbe lasciato andare. I primi ad intervenire per cercare di farlo desistere sono stati alcuni amici che vista la gravità della situazione hanno chiamato sul posto anche i carabinieri ed un'ambulanza del Suem118. I militari, dopo una trattativa durata almeno 40 minuti, sono riusciti a convincere il 52enne a desistere. L'uomo, sotto choc, è stato trasportato presso il reparto di psichiatria di Conegliano per le cure del caso.