Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Silea, rifornivano la clientela vip, in casa denaro nascosto ovunque, anche nel soffitto

COCA A DOMICILIO: IN MANETTE EX GESTORI DEL NIGHT "SHARK"

In cella Loris Cappellina e la convivente Simone Oliveira Fernandez


SILEA - Spacciavano hashish ma soprattutto cocaina viaggiando a bordo della loro auto, una Fiat Punto Rossa: la droga veniva consegnata anche a domicilio al cliente di turno, quasi tutti residenti tra Silea e Roncade. Una sorta di servizio di "pony express" quello creato da una coppia di insospettabili, senza precedenti penali, finiti in manette la scorsa settimana. Parliamo di Loris Cappellina, 48 anni, e Simone Oliveira Fernadez, brasiliana di 44 anni: i due vivevano a Silea, in via Buel del Lovo, ed hanno gestito il night club "Shark" fino ad un anno e mezzo fa. Da tempo la squadra mobile della Questura era sulle loro tracce. L'indagine era stata avviata dopo una segnalazione di un poliziotto in servizio alla squadra volanti che aveva notato gli strani movimenti della Punto rossa. Pedinando l'auto gli investigatori sono arrivati ad incastrare la coppia di spacciatori. La scorsa settimana, al termine dell'indagine, è scattata la perquisizione domiciliare: in casa gli agenti hanno rintrovato mezzo kg di hashish, 60 grammi di cocaina, buona parte ancora non suddivisa in dosi e circa 7mila euro in contanti. Sia la droga che il denaro erano stati nascosti dalla coppia in più punti dell'abitazione: armadi, sotto i tappeti, vicino al caminetto, perfino sul soffitto. Per il 48enne e la convivente 44enne, accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, si sono aperte le porte delle carceri, rispettivamente di Santa Bona a Treviso e della Giudecca. Ora le indagini proseguiranno per accertare il reale giro di spaccio della coppia: nella lista dei clienti figurerebbero molti insospettabili tra cui professionisti della zona.
Il dirigente della squadra mobile di Treviso, Enrico Biasutti