Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Grigoletto: "Il presidio fisso, voluto dalla Lega, è stato un fallimento"

MECOLEDI' COMITATO SICUREZZA SULL'AREA DI PONTE SAN MARTINO

Prefettura convoca summit dopo le molestie subita da una ragazzina


TREVISO - Mercoledì prossimo si terrà in Prefettura un comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico dedicato all'aggressione avvenuta nei giorni scorsi a Ponte San Martino, dove una ragazzina è stata molestata da un balordo, che poi si è scagliato anche contro i vigili urbani intervenuti sul posto. Lo ha confermato il prefetto Maria Augusta Marrosu rispondendo alla richiesta del vicesindaco di Treviso, Roberto Grigoletto. Dell'episodio si è già discusso nella recente riunione del comitato, convocato da settimane su altri argomenti: proprio per questo non erano presenti rappresentanti del comune capolugo. L'amministrazione assicura la massima attenzione sulla zona di via Roma e ponte San Martino, da tempo luogo di ritrovo di gruppi di giovani protagonisti di liti, atti vandalici e azioni di disturbo ai passanti. Ca' Sugana, però, chiede anche un rafforzamento del controllo da parte delle altre forze dell'ordine, in primis la Questura, autorità responsabile per la sicurezza in città. Bocciato, invece, il presidio fisso della Polizia locale sul luogo: quello attuato un paio di anni fa dalla precedente amministrazione, spiega il vicesindaco Roberto Grigoletto, è stato un fallimento, con l'unico risultato di far migrare le baby gang in via Zorzetto o alla Loggia dei Cavalieri.