Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Quinto, è un residente della zona e gli investigatori ne isolarono il Dna

IL GIALLO DEL "PIRATA" CHE DUE ANNI FA UCCISE LUCIA CENDRON

La tragedia di via dei Brilli il 29 agosto 2012, i parenti chiedono giustizia


QUINTO- La serata del 29 agosto del 2012, in via dei Brilli a Quinto di Treviso, Lucia Cendron, infermiera di 57 anni venne travolta e uccisa mentre era in sella alla sua bicicletta da un uomo che viaggiava in sella ad un motorino Ciao Piaggio bianco. Il “pirata” fuggì senza prestare soccorso alla donna che morì poco dopo a causa delle gravi lesioni riportate nell'impatto. Le indagini a tappeto avviate dalla polizia stradale non portarono purtroppo a nulla: gli investigatori hanno a disposizione il dna del malvivente, l'unica certezza in un mare di ipotesi. Il 29 gennaio 2013 il pm Gabriella Cama, titolare del fascicolo d'indagine, ha formalmente archiviato il caso. I parenti della donna continuano a vivere nel dolore per quel “pirata” che con ogni probabilità è un residente della zona tra i Comuni di Quinto e Paese: ne' lui, ne' tantomeno le persone a lui vicine hanno mai trovato il coraggio di confessare quanto accaduto quella sera di due anni fa. Ai nostri microfoni parla il cugino di Lucia Cendron, Vittore Trabucco.