Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La nuvole ostacolano l'elicottero, mobilitate le squadre a piedi

DOMENICA DI SUPER LAVORO PER IL SOCCORSO ALPINO SUI MONTI VENETI

Escursionisti e fungaioli in difficoltà, dal Comelico al Lagazuoi e Cadore


BELLUNO - Giornata di super lavoro, per il Suem e il soccorso alpino sulle Dolomiti venete. Intorno alle 11.15, il 118 è stato allertato dalla moglie di un cercatore di funghi che, scivolato in un bosco in Val Visdende, tra i comuni di Santo Stefano e San Pietro di Cadore, si era infortunato a una caviglia. In suo aiuto è stata inviata l'ambulanza dei vigili del fuoco e una squadra del Soccorso alpino della Val Comelico e del Soccorso alpino della Guardia di Finanza. Raggiunto poco distante dalla strada, il fungaiolo, un 53enne, di Martellago, è stato accompagnato all'ospedale. Alle 12.20 è arrivata la chiamata per un'escursionista caduta per 6-7 metri dal sentiero, all'uscita delle Gallerie del Lagazuoi. Poiché non c'era visibilità sufficiente per l'intervento dell'elicottero, sono partite a piedi le squadre del Soccorso alpino di Cortina e delle Fiamme Gialle. Dopo aver prestato le prime cure all'infortunata, l'hanno trasportata in barella per un centinaio di metri in un punto dove l'eliambulanza di Pieve di Cadore, è potuta arrivare non appena si è aperto un varco nella nebbia. Imbarcata con un verricello, la donna, 48 anni, di Siena, è stata portata all'ospedale di Belluno, con un sospetto trauma cranico. Un altro incidente si è poi verificato sulla ferrata del Paterno, in comune di Auronzo, dove una persona è caduta per 5 metri, finendo in un canalino sottostante. Gli amici l'hanno raggiunta e hanno contattato il Suem, che, attorno a mezzogiorno e mezza, ha fatto partire le squadre della stazione del Soccorso alpino di Auronzo perché, anche in questo caso, le nuvole basse ostacolavano il volo. Quando le condizioni sono migliorate, l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano è riuscito a recuperare la persona infortunata e a trasportarla all'ospedale di Brunico. Poco prima delle 13, i soccorritori di San Vito di Cadore sono invece intervenuti nel vicino comune di Borca di Cadore, in località Villanova, per un probabile trauma alla caviglia in seguito a una caduta. Dopo aver individuato la donna in difficoltà, una 61enne bolognese, i volontari l'hanno accompagnata fino all'ambulanza diretta all'ospedale di Pieve di Cadore.