Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presentato uno dei due americani della De' Longhi Treviso Basket

CORON WILLIAMS IL... VICENTINO: "PORTO ENTUSIASMO E QUALITÀ"

Coach Pillastrini: "Gran tiratore ma anche con doti di leadership"


TREVISO - Presentato Coron Williams, uno dei due americani della De' Longhi. Guardia, 25 anni, da Wake Forest, prima esperienza fuori dagli Usa. E nato a Vicenza. "Per me questo è un vero ritorno a casa, sono anni che sento parlare dell'Italia, i miei mi raccontano molto dei tempi passati a Vicenza, ma io ovviamente essendo andati via quando avevo tre anni non mi ricordavo. Dai racconti sapevo che l'Italia è un paese bellissimo e ne ho avuto la conferma in questi primi giorni qui a Treviso. Finalmente sono a casa! Voglio imparare bene la lingua e conoscere la città al più presto." Williams, che mastica già qualche parola di italiano, è una guardia tiratrice di 186 cm, e non vede l'ora di far vedere la sue doti sul campo: "I primi allenamenti sono andati bene, conoscevo un po' Powell, avversario al college, ovviamente non conoscevo gli italiani, ma mi sembra una squadra forte,giovane e con entusiasmo. Io cerchero' di portare al gruppo le mie qualità, sono un tiratore, ma posso anche attaccare il ferro e andare in contropiede. Voglio mettere il mio talento a disposizione della squadra e di coach Pillastrini e fare una grande stagione qui a Treviso." A Wake Forrest uno dei vice allenatori era il "prof" Randolph Childress, ex grande playmaker in Italia che è stato anche giocatore di Pillastrini a Montegranaro: "Coach Childress mi ha parlato molto di Treviso, una città che da noi in USA è conosciuta per il basket e la sua storia. Per un giocatore americano che viene in Europa giocare qui a Treviso è fantastico, per la storia e la tradizione. Vorrei contribuire a riportare la squadra e la città ai suoi livelli, so che il Palaverde è una bellissima arena dove giocare e so che c'e' tanto calore e passione, non vedo l'ora di coniscere i nostri tifosi e di giocare per loro."
Il commento all'arrivo di Williams del suo nuovo coach, Stefano Pillastrini: "Le referenze su di lui datemi da Childress, con cui ho parlato molto, sono di un ottimo giocatore, gran tiratore, ma anche capace di mettere la palla per terra e con doti di leadership importanti. Il suo tiro sarà importante per noi, ma soprattutto le sue motivazioni. Andavamo in cerca di giocatori forti e soprattutto motivati, con voglia di crescere, e Coron come sentito anche dalle sue parole è perfetto in questo senso. Ora abbiamo cinque settimane per inserire lui e Powell nel gruppo e nel nostro sistema di gioco, il tempo c'e' e lavoreremo sodo per essere pronti all'esordio il 5 ottobre al Palaverde."