Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sono state notate ieri mattina, una mail di revindicazione di "Resistenza Veneta"

VIA IL TRICOLORE: A SANT'AUGUSTA E SUL PIAVE BANDIERE VENETISTE

Il blitz lunedì notte a Vittorio Veneto e a Ponte della Priula


VITTORIO VENETO - Via il tricolore dal ponte sul Piave, a Ponte della Priula, e dal pennone del Santuario di Sant'Augusta a Vittorio Veneto: le due bandiere sono state sostituite da altrattanti vessilli della Repubblica Serenissima con il Leone alato di San Marco. Il blitz è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì. L'incursione non è passata inosservata: misteriosamente a Susegana però non è presente ora nessuna bandiera perchè quella veneta è stata rimossa e gettata sul greto del Piave da ignoti mentre al Santuario è rimasta la bandiera della Serenissima che già nelle prossime ore potrebbe lasciare il posto al tricolore. Nella giornata di ieri è giunta anche una e-mail per rivendicare il gesto. Sull'episodio indagano ora i carabinieri. "Nel Centenario della Grande Guerra, nel Settantacinquennale della Seconda Grande Guerra, sulla Montagna Sacra di Santa Augusta sopra Saravàl-Serravalle, e sulle Sponde della Sacra Piave, a Ponte Priula, è stato reso Omaggio all'Immenso Sacrificio dei Soldati e del Popolo Veneto Tutto, Venete e Veneti di Tutte le Età, ripiegando il Tricolore della Guerra, della Fame, della Miseria, ed innalzando Libera la Bandiera Veneta Garanzia di Pace, di Giustizia, di Prosperità Millenarie. VENETA REGGENZA - RESISTENZA VENETA. Settembre 2014".

Galleria fotograficaGalleria fotografica