Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Il prefetto Marrosu: "Nessuna emergenza terrorismo, ma massima allerta"

PATTUGLIE MISTE TRA LE FORZE DELL'ORDINE ANCHE NEI QUARTIERI

Rafforzati i controlli congiunti anche nelle aree periferiche


TREVISO - Pattuglie congiunte di tutte le forze dell'ordine anche nei quartieri. Il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, in Prefettura, ha fatto il punto sulla situazione, anche alla luce di alcuni recenti episodi. Il prefetto Maria Augusta Marrosu ha ribadito come Treviso rimanga una città sicura e non vi siano vere e proprie emergenze. Ciò nonostante l'attenzione resta alta, anche e soprattutto in funzione preventiva: proprio per questo si è deciso di rafforzare la rete dei controlli, aumentando in particolare le operazione miste tra Polizia locale, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza. E se l'area della stazione ferroviaria, via Roma, Ponte San Martino rimane sotto stretta sorveglianza, l'attenzione delle forze dell'ordine si concentrerà anche nei rioni periferici. Il sindaco Giovanni Manildo e il questore Tommaso Cacciapaglia, massima autorità provinciale di pubblica sicurezza, con i loro collaboratori, nei prossimi giorni potrebbero compiere anche dei sopralluoghi per valutare eventuali zone più delicate.
Accolta dunque la richiesta, avanzata nei giorni scorsi da Ca' Sugana di potenziare la sinergia già esistente tra la Municipale e le altre forze di polizia: “I dati degli ultimi otto mesi, da parte di tutti gli organismi – ha sottolineato con soddisfazione il vicesindaco Roberto Grigoletto – dimostrano come sul piano della sicurezza si stiano raggiungendo buoni risultati”.
Il prefetto Marrosu ha anche rassicurato sui rischi di possibili collegamenti con il terrorismo islamico e il reclutamento jihadista: ad oggi, ha rimarcato, non c'è alcun indizio di un coinvolgimento di cittadini immigrati o convertiti, residenti nella Marca, nei combattimenti in Medio Oriente.

Galleria fotograficaGalleria fotografica