Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/308- CAMPI/23: GOLF CLUB COLLI BERICI

Bel gioco e non solo nella pedemontana vicentina


BRENDOLA - La terra berica è territorio che ha del mistero, un Veneto che affascina: incantano le sue rocce, le sue grotte carsiche, i suoi mulini ad acqua, le numerose antiche fontane al servizio dei lavatoi. Tutto da scoprire è il fascino di villa Giulia, i cui dintorni, chiamati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/307: IL CORONAVIRUS FERMA ANCHE IL PLAYERS CHAMPIONSHIP

Il prestigioso torneo annullato dopo il primo giro


FLORIDA (USA) - Facciamo un commento all’evento, pur sapendo che la competizione non arriverà all’ultimo giro. Vince infatti il Coronavirus, alla conclusione della prima giornata.Il Players Championship è il torneo di maggiore importanza del PGA Tour. Si gioca al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/306: AL QATAR MASTERS, SUCCESSO DI JORGE CAMPILLO

L'iberico vince il testa a testa con lo scozzese Drysdale


QATAR - Sarebbe stato mio desiderio seguire le imprese di Francesco Molinari, intento a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, la prestigiosa gara dedicata al grande architetto campione di golf. All’azzurro è però capitato un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco, carabinieri appostati sui tetti della zona per incastrare il "cecchino"

STANCO DEI BAR FRACASSONI: SI VENDICA A COLPI DI FIONDA

Denunciato artigiano 52enne, ferito un ragazzo, danni alle auto


CASTELFRANCO - Era stanco della musica e del continuo vociare proveniente da due locali della zona industriale di Castelfranco, il “Sunrise” ed il “Salotto mondano”, in via del Commercio. Per vendicarsi si è trasformato in una sorta di cecchino e in più occasioni ha bersagliato auto, vetrine e perfino clienti a colpi di fionda, scagliando pallini di ferro e piombo fuso. I carabinieri, dopo oltre un anno di indagini hanno incastrato il responsabile: si tratta di un artigiano 52enne che vive nella zona, con i genitori. L'uomo, senza precedenti penali, dovrà ora rispondere di esercizio arbitrario delle proprie ragioni, danneggiamento, lesioni e getto pericoloso di cose. L'indagine dei carabinieri di Castelfranco è partita il 21 settembre del 2013 quando un ragazzo 22enne fu costretto a recarsi in pronto soccorso per farsi medicare una ferita al cuoio capelluto provocata da un pallino lanciato dall'uomo. Dopo un'inverno di tranquillità il cecchino è tornato più volte in azione nel corso dell'ultima estate: auto danneggiate, clienti colpiti e perfino una vetrina, quella del “Sunrise”, infranta da una delle biglie. I militari, appostati sui tetti di alcune abitazioni della zona muniti di binocoli ad infrarossi, hanno scoperto il responsabile giovedì scorso. L'artigiano è stato notato mentre lanciava con la fionda i pallini contro uno dei locali, nascosto dietro ad un muro di cinta. Il 52enne, raggiunto a casa dal comandante deella stazione dei carabinieri, Antonio Currò, ha prima tentato di negare l'evidenza ma poi ha dovuto ammettere le sue responsabilità di fronte ai carabinieri. Sono state sequestrate all'interno della propria abitazione due fionde, pugnali, una pistola ad aria compressa, una carabina di precisione e varie munizioni tra cui i pallini. Sarà inoltre richiesta alla Questura la revoca dell'autorizzazione per il possesso delle armi. Nel video le parole del comandante dei carabinieri di Castelfranco, Salvatore Gibilisco.