Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, trattori in azione fino all'alba: molti costretti a lasciare le auto sul posto

NUBIFRAGIO SULL'HOME: TRAPPOLA DI FANGO PER CENTINAIA DI AUTO

In pochi minuti 24 mm di pioggia: sarà aperto il park dell'ex Marazzato


TREVISO - (NC) Un vero e proprio nubifragio, durato circa 15 minuti, quello che ha colpito venerdì sera, verso le 22, l'Home Festival in corso alla Dogana di Treviso: si sono scaricati a terra, rivelano i pluviometri, almeno 24 millimetri di pioggia. Le conseguenze sono state devastanti: nel fuggi fuggi generale i presenti si sono riparati dove potevano ma a terra si è creato uno strato di fango e acqua che ha portato l'organizzazione a interrompere l'erogazione dell'energia elettrica per evitare danni ulteriori. Regolarmente, alle 22.35, ha preso avvio il concerto degli Afterhours e giove pluvio non ha più infierito sul Festival. Più grave la situazione nei parcheggi, a pagamento (si versavano 5 euro, da stasera è gratis), a pochi passi dall'ingresso. Il fango è diventato una vera e propria trappola per centinaia di auto: i trattori hanno lavorato fino all'alba per liberare i mezzi dal terreno. A supporto sono intervenuti anche le volanti della polizia ed i carabinieri, oltre alla polizia locale che ha dovuto gestire una viabilità che è andata al collasso. Alcuni, i più sfortunati, hanno dovuto addirittura rinunciare abbandonando li l'auto, recuperandola solo in mattinata. Il parcheggio è di fatto ora inagibile: come soluzione per le due serate più calde del Festival l'organizzazione ha ottenuto l'apertura dell'ex concessionaria Marazzato, a pochi passi dalla tangenziale. Nei due giorni conclusivi dell'evento, in cui sono attese oltre 100mila persone, saranno comunque a disposizione dei bus navetta lungo il put. Chi si è avventurato in Dogana verso le 23 non è stato di certo più fortunato: molti sono stati costretti a posteggiare lungo via Boiago e lungo la Noalese, a San Giuseppe. Se trovare un parcheggio era una sorta di impresa anche all'ingresso la situazione non era di certo migliore. Delle casse disponibili solamente una era aperta con il risultato di centinaia di avventori in coda, paziente, per almeno mezz'ora. Alcuni, stanchi dell'attesa, hanno pensato bene di scavalcare, in massa, una recinzione mobile che si trovava a pochi passi dalle casse. Decine di ragazzi sono riusciti nell'impresa, evitando così di pagare il biglietto di ingresso. La sicurezza ha poi "tappato la falla" incrementando la presenza di uomini al controllo dello steccato. Stasera si ricomincia con la data più attesa: sul palco The Bloody Beetroots con il loro live spettacolare e la performance dei The Chainsmokers per la prima volta in Italia, il “Colors splash party”, un mix di effettistica colorata tra Co2, fuochi, coriandoli e tanto, tanto colore che verrà lanciato addosso al pubblico danzante. A tutti i partecipanti consigliamo di portarsi un cambio, di vestirsi di bianco e di dimenticare per una notte l’abito preferito e lo smartphone.

GUARDA IL VIDEO DI YOUREPORTER