Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, in manette un 20enne: è stato fermato vicino alla stazione ferroviaria

AGGREDISCE E RAPINA UN 19ENNE IN PESCHERIA: POLIZIA LO ARRESTA

Cerca di vendere hashish, poi lo strattona e ruba il suo cellulare


TREVISO - Aveva offerto dell'hashish ad un ragazzo trevigiano di 19 anni: al suo rifiuto di acquistare la droga lo ha aggredito derubandolo del telefono cellulare. Autore della rapina, avvenuta verso la mezzanotte di lunedì in zona Pescheria a Treviso, un marocchino di 20 anni, residente a San Polo di Piave, Mounir Lafjaji. Il giovane è stato arrestato dalla polizia mentre si stava dileguando verso la stazione ferroviaria, inseguito dal 19enne che è stato pure minacciato dal malvivente con una bottiglia rotta. Il nordafricano è finito in manette per rapina impropria, minacce, ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti: nel corso del processo per direttissima che si è svolto oggi il 20enne ha patteggiato 22 mesi di reclusione. Nei suoi confronti la Questura emetterà un foglio di via dalla città di Treviso. Sequestrati al nordafricano circa 10 grammi di hashish ed un telefonino che si sospetta frutto di un furto; il telefonino strappato con la forza al 19enne non è stato invece più ritrovato. La perquisizione presso la sua abitazione ha dato esito negativo.