Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Decine di interventi dei vigili del fuoco, un rogo a Casale distrugge un fienile

NUBIFRAGIO SULLA MARCA: STRADE E CANTINE ALLAGATE, BLACK OUT

Nervesa la più colpita, il sindaco: "Serve il bacino di laminazione"


TREVISO - La Marca è stata investita dalla tarda serata di ieri dall'ennesima ondata di maltempo: un vero e proprio nubifragio ha colpito in particolare i Comuni di Trevignano, Povegliano e Nervesa, ma non ha risparmiato neppure Treviso, Silea, Istrana, Susegana, Spresiano. Ovunque strade e abitazioni allagate, il capoluogo è stato colpito da un furioso temporale, verso la mezzanotte. A Nervesa via General Gandolfo è stata completamente sommersa da un vero e proprio torrente: in alcune cantine l'acqua supera il metro di altezza e si è addirittura verificato, in alcuni casi, lo scoppio delle finestre degli scantinati a causa della pressione della pioggia. Pioggia torrenziale, mista a grandine, anche a Trevignano, dove in poche ore sono cadati 84 millimetri di acqua: le foglie degli alberi, trascinate nei tombini, hanno intasato gli scarichi provocando alcuni allagamenti. Problemi soprattutto nella frazione di Falzè, dove l'acqua ha invaso tre abitazioni. Numerosi anche i black out che si sono verificati in provincia, ad Arcade ad esempio e negli altri comuni limitrofi. I vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per arginare le decine di richieste d'aiuto dei cittadini: in totale, 29 gli interventi compiuti dai pompieri, con impegnati 16 automezzi e 42 uomini. In supporto anche carabinieri, polizia e protezione civile. Non bastesse il maltempo, a Casale sul Sile, i vigili del fuoco hanno dovuto domare anche un incendio scoppiato in un fienile, in vicolo San Francesco: distrutta dalle fiamme una tonnellata di materiale (foto a destra). A provocare le fiamme sarebbe stato un fulmine.

Nervesa, il sindaco Vettori (AUDIO):
"Serve il bacino di laminazione"

La situazione più critica si è verificata a Nervesa, territorio che già lo scorso 29 luglio era stato pesantemente colpito da un nubifragio del tutto simile a quello che si è verificato la scorsa notte. La situazione più critica nella frazione di Bavaria, in via Castel di sotto, in via Moretti, a Sovilla, dove i garage di un condominio sono stati allagati con l'acqua che ha danneggiato alcune auto, ed in via General Gandolfo dove numerosi scantinati, garage e la ferramenta da Fortunato sono stati invasi dall'acqua. Le parole del sindaco di Nervesa, Fabio Vettori che ai nostri microfoni traccia un bilancio dell'ennesima ondata di maltempo che ha colpito pesantemente il suo Comune: tra le soluzioni per ovviare ai disagi dovuti al maltempo c'è quella di costruire un bacino di laminazione utilizzando il canale di Ponente, di proprietà del consorzio di bonifica.

Disagi anche a Treviso, l'assessore Michielan (AUDIO):
"Faremo un piano della rete idrica"


Il maltempo ha flagellato anche il capoluogo, creando non pochi disagi: allagati gli scantinati di diverse abitazioni soprattutto, nelle zone di Santa Bona, Monigo e Santa Maria del Sile (nella foto il sottopasso di via Sarpi). Il canale “La Cerca” è straripato, inondando parecchi garage, in particolare nella vicina via Sante Zanon. Su Treviso, la notte scorsa, in poco più di un'ora, sono caduti 74,4 millimetri di acqua. Molti residenti dei due quartieri si sono detti disponibili ad intervenire di persona, per sbloccare tombini e caditoie intasati. L'assessore ai Lavori pubblici, Ofelio Michielan, tuttavia, ribadisce come il problema non sia la pulizia degli scoli, ma purtroppo una questione ben più grave: una rete di drenaggio e smaltimento delle acque piovane ormai del tutto insufficiente alle esigenze della città e alle mutate condizioni climatiche. Il Comune, spiega l'assessore, oltre al già esistente piano delle acque, sta lavorando anche ad uno studio dettagliato della rete idrica per poi programmare l'ammodernamento dell'infrastruttura. Ancora una volta, però, lo scoglio è rappresentato dalla ristrettezza delle risorse a disposizione: un'operazione del genere, riconosce Michielan, costa diversi milioni di euro.