Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nelle aree delle testate divieto di edificare, ma vale solo per il futuro

NUOVI LIMITI PER LE COSTRUZIONI ATTORNO ALL'AEROPORTO DI TREVISO

La giunta approva il piano di rischio aeroportuale per il Canova


TREVISO - Atteso da quasi dieci anni. il Piano di rischio aeroportuale è ormai realtà. La giunta ha approvato il documento che fissa le nuove prescrizioni urbanistiche per costruire nell'area dell'aeroporto. In particolare, come stabilisce la legge, sono state individuate quattro zone di rispetto, classificate dalla A alla D: la prima fascia corrisponde alle testate della pista; la seconda comprende gli spazi al di sopra delle precedenti; la C riguarda le sezioni parellele all'asse della pista, mentre l'area ancora più esterna è stata inserita nell'ultima fascia. Le varie zone si caratterizzano per un grado di rischio potenziale decrescente all'aumentare della distanza dal cuore dello scalo e, di conseguenza, da vincoli urbanistici via via meno restrittivi: di fatto, in fascia A è vietata qualsiasi nuova edificazione, tranne limitati ampliamenti, mentre nell'area più esterna c'è ampia possibilità di manovra, fatta salva l'autorizzazione del comune. Il piano, tuttavia, rigurda le nuove concessioni edilizie, non ha invece effetto retroattivo su immobili o lottizzazioni già realizzate o approvate.
Ottenuti i pareri favorevoli dell'Enac e di tutti gli enti interessati, il testo, dopo il via libera della giunta, verrà sottoposto al Consiglio comunale, nella seduta in programma per fine mese. Dopodichè, trascorso il termine per eventuali osservazioni da parte dei cittadini, entrerà definitivamente in vigore.