Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nelle aree delle testate divieto di edificare, ma vale solo per il futuro

NUOVI LIMITI PER LE COSTRUZIONI ATTORNO ALL'AEROPORTO DI TREVISO

La giunta approva il piano di rischio aeroportuale per il Canova


TREVISO - Atteso da quasi dieci anni. il Piano di rischio aeroportuale è ormai realtà. La giunta ha approvato il documento che fissa le nuove prescrizioni urbanistiche per costruire nell'area dell'aeroporto. In particolare, come stabilisce la legge, sono state individuate quattro zone di rispetto, classificate dalla A alla D: la prima fascia corrisponde alle testate della pista; la seconda comprende gli spazi al di sopra delle precedenti; la C riguarda le sezioni parellele all'asse della pista, mentre l'area ancora più esterna è stata inserita nell'ultima fascia. Le varie zone si caratterizzano per un grado di rischio potenziale decrescente all'aumentare della distanza dal cuore dello scalo e, di conseguenza, da vincoli urbanistici via via meno restrittivi: di fatto, in fascia A è vietata qualsiasi nuova edificazione, tranne limitati ampliamenti, mentre nell'area più esterna c'è ampia possibilità di manovra, fatta salva l'autorizzazione del comune. Il piano, tuttavia, rigurda le nuove concessioni edilizie, non ha invece effetto retroattivo su immobili o lottizzazioni già realizzate o approvate.
Ottenuti i pareri favorevoli dell'Enac e di tutti gli enti interessati, il testo, dopo il via libera della giunta, verrà sottoposto al Consiglio comunale, nella seduta in programma per fine mese. Dopodichè, trascorso il termine per eventuali osservazioni da parte dei cittadini, entrerà definitivamente in vigore.