Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paese, chiesto un nuovo incontro con il Prefetto di Treviso, Maria Marrosu

MARIANNA CENDRON, I GENITORI DI NUOVO IN TV: "NON CI ARRENDIAMO"

Il fratello Giorgio: "Nell'ultimo periodo si era distaccata da me"


PAESE - “A domani”. Così Marianna Cendron scriveva in un biglietto, lasciato sul tavolo della cucina del Golf club di Salvarosa dove lavorava: si tratta dell'ultimo messaggio prima di sparire nel nulla. Era il 27 febbraio 2013 e da allora di lei non si hanno più avuto notizie. Ieri la vicenda della scomparsa della 19enne di Paese (a partire da questo scritto) è stata al centro di uno spazio nella puntata della trasmissione “Storie vere”, andata in onda su raiuno ieri mattina. In studio erano presenti i genitori di Mary, Emilia e Pierfrancesco, che hanno ripercorso gli ultimi travagliati mesi vissuti in attesa di un segnale di speranza. “Tenera, dolce, gentile, altruista ma autodistruttiva verso sé stessa - così la madre- l'abbiamo adottata insieme al fratello quando aveva 6 anni e il suo vissuto in istituto purtroppo è stato un inferno che si è riversato ultimamente nella fase adolescenziale e che probabilmente abbiamo anche sottovalutato, tutta la sofferenza ed il dolore di quegli anni. La sua ossessione era il cibo e sul cibo lei riversava tutto il suo dolore, tutta la sua sofferenza che non è riuscita a buttare fuori”. Nel corso della trasmissione ha parlato anche il fratello di Mary, Giorgio che ha spiegato: “Il rapporto che avevamo è quello di tutti i fratelli ma anche di più; ultimamente però è andato calando, aveva giornate no in cui non voleva sentire niente e nessuno, mi manca”. “Nell'ultimo periodo parlavamo ma mi nascondeva tante cose, voleva restare da sola: a me aveva detto che cercava casa a Castelfranco ma in realtà stava da Renzo (il vicino di casa che ha ospitato la 19enne nelle settimane che hanno preceduto la sua scomparsa)”: così un'amica. Intanto i genitori di Marianna, dopo l'apparizione televisiva, hanno richiesto formalmente un incontro con il Prefetto Anna Maria Marrosu perchè venga fissato un nuovo tavolo tecnico dedicato al caso della figlia. La scorsa settimana, presso la caserma dei vigili del fuoco, si era tenuto un vertice per stabilire il programma di cave da controllare, per cercare tracce che possano ricondurre alla giovane: un incontro chiuso con un sostanziale “nulla di fatto”.