Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, "Ma quale zona per i camper o i giostrai, qui torneranno i rom"

"PER IL CAMPO NOMADI SOTTRATTI 170MILA EURO PER LA RETE IDRICA"

Raccolta di firme della Lega contro la sistemazione dell'area a Fiera


TREVISO - Stop a qualsiasi ipotesi di campo nomadi a Fiera. La Lega Nord lancia una raccolta di firme (da domani nella stessa zona e a varco Manzoni) per bloccare la costruzione di un'area attrezzata alla fine di via Da Milano, nel quartiere Gescal, dove fino al 2006 era installato un campo che ospitava rom, smantellato dall'amministrazione Gobbo - Gentilini Ora la storia rischia di ripetersi, attacca lo Sceriffo, che definisce l'iniziativa della giunta “un attentato al quartiere”.
Gli esponenti del Carroccio non credono affatto alle rassicurazioni della maggioranza sulla volontà di creare un luogo per ospitare le roulotte dei giostrai nel periodo delle Fiere di San Luca e, nel resto dell'anno, i camperisti. “Come successo anche in altre città italiane, qui si entreranno i nomadi, dopodichè sarà pressoché impossibile mandarli via”, sottolinea Massimo Candura, segretario comunale della Lega. Di certo, in ogni caso, si tratterebbe di uno spreco di denaro: 170 mila euro di investimento, accusano Giuseppe Basso e Sandro Zampese, capigruppo di Lista Gentilini e Lega, per un'area necessaria per un mese all'anno. E che per giunta potrebbe ospitare metà dei carriaggi dei giostrai. “Soldi – rincara Basso – sottratti alle risorse destinate al rifacimento della rete idrica, che proprio a Fiera è molto carente”. Zampese aggiunge di aver chiesto al settore Lavori pubblici una prova di carico: “Gli stessi uffici – spiega il capogruppo – hanno dubbi sul fatto che il fondo possa sostenere il peso dei veicoli”. Insomma, concludono i leghisti, oltre al danno dello sperpero di denaro pubblico anche la beffa.