Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gara combattuta e più incerta di quanto non dica il punteggio finale

LEONI CORAGGIOSI MA IL MUNSTER PASSA A MONIGO DOPO TRE ANNI

Di Ragusi la meta biancoverde, Muccignat uomo del match


TREVISO - Onorevole sconfitta del Beneetton, che per l'impegno profuso avrebbe anche meritato il punto di bonus, ma troppi errori (anche dalla piazzola, vero Carlisle?) e qualche regalo non necessario al Munster gli hanno impedito di uscire dal campo con qualcosa di concreto. Gli irlandesi, sempre sconfitti a Monigo negli ultimi 3 anni, hanno sofferto soprattutto dopo la bella meta di Ragusi, nata da una touche lunga vinta da Luamanu con palla portata avanti da Van Zyl e Nitoglia, poi Seniloli in seconda fase a servire al largo Ragusi. Il Munster ha però reagito con una meta per tempo, mancando tuttavia l'obiettivo di raggiungere il punto di bonus. Da sottolineare il bel pubblico.

BENETTON-MUNSTER 10-21

BENETTON TREVISO: Ragusi (st 12' Esposito); Nitoglia, Morisi, Christie, Campagnaro;Carlisle (st 33' Sgarbi), Seniloli (st 20' Ambrosini); Luamanu (st 20' Lazzaroni), Vallejos Cinalli, Swanepoel (pt 32' Barbini); Van Zyl, Fuser; Harden (st 12' Manu), Giazzon, Muccignat (st 31' Zanusso). A disp.: Maistri. All. Casellato.

MUNSTER: Jones; Conway, Smith, Dineen, Zebo; Keatley, Williams (st 24' Sheridan); Copeland, O'Donnell (st 34' Dougall), Stander; B. Holland, Foley (st 33' O'Callaghan); Archer (st 15' Botha), Casey (st 38' O'Byrne), Cronin (st 33' Ryan). A disp.: J. Holland, O'Mahony. All. Foley.

ARBITRO: McMenemy (Scozia)

MARCATORI: pt 2' Keatley p.; 18' Ragusi meta tr. Carlisle; 24' Keatley p.; 29' Stander meta tr. Keatley; st 10' Zebo meta; 23' Carlisle p.; 30' Keatley p.
NOTE: pt 7-13; spettatori: 3491; Guinness PRO12 Man of the Match: Matteo Muccignat (Benetton Treviso); calciatori: Benetton Treviso 2/4 (Carlisle 2/4), Munster 4/5 (Keatley 4/5); punti in classifica: Benetton Treviso 0, Munster 4.