Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Treviso, il Coisp attacca: "La scorsa notte nessuna volante in servizio"

RIFIUTA IL FOTOSEGNALAMENTO: IN MANETTE PROFUGO ERITREO

Oggi di fronte al giudice: "Devo raggiungere mia moglie in Svezia"


TREVISO - Tensione nella notte in Questura a Treviso durante le operazioni di identificazione e fotosegnalamento di un gruppo di una trentina di profughi, giunti nella Marca verso le 23.30 di venerdì e destinati ad essere ospitati in strutture di accoglienza di Maser e Vittorio Veneto. Un ragazzo eritreo di 25 anni si è opposto violentemente al fotosegnalamento da parte degli agenti ed è stato ammanettato ed arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Lo straniero , comparso di fronte al giudice nel processo per direttissima, ha raccontato di voler raggiungere la Svezia dove ad attenderlo ci sarebbe la moglie. Se non gli sarà permesso, ha riferito al giudice, tenterà il suicidio. Il processo nei suoi confronti sarà rinviato al prossimo 4 novembre. Questa nuova ondata di arrivi di stranieri da Lampedusa non ha mancato di creare vibranti polemiche da parte dei sindacati di polizia ed in particolare il Coisp che denuncia la scarsa sicurezza in cui gli operatori si trovano ad operare. Duro anche l'attacco nei confronti del Questore, Tommaso Cacciapaglia: per seguire l'emergenza profughi durante la scorsa notte le volanti della polizia non hanno potuto eseguire il normale servizio di controllo del territorio.

NELL'AUDIO IL RACCONTO DEL SEGRETARIO DEL COISP, BERARDINO CORDONE E IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, LEONARDO MURARO