Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sul posto carabinieri e polizia, nessun ordigno trovato, ora indaga la Digos

"C'╚ UNA BOMBA": ENNESIMO ALLARME AL TRIBUNALE DI TREVISO

Telefonata arrivata alle 9 al centralino del 113, evacuato l'edificio


TREVISO - Ennesimo allarme bomba al tribunale di Treviso, in via Verdi. Un ignoto bombarolo, dalla voce maschile e senza particolari accenti, ha telefonato poco dopo le 9 di stamani al centralino del 113 segnalando la presenza di un ordigno all'interno dell'edificio. Immediatamente sono state avviate le procedure di evacuazione del tribunale: radunati nel piazzale di fronte al palazzo di giustizia tutti i dipendenti, giudici, avvocati e i loro clienti. Sul posto sono giunte le volanti della polizia ed i carabinieri di Treviso che hanno rapidamente ispezionato i locali senza però trovare nessuna traccia della presunta "bomba". La situazione è tornata alla normalità solo verso le 9.45 quando l'attività del tribunale ha potuto riprendere normalmente. Sull'episodio indaga ora la Digos della Questura di Treviso che cercherà di dare un volto al responsabile di questo ennesimo falso allarme.