Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bordignon, Presidente CSV: "Le istituzioni locali devono fare scelte di cambiamento"

MEETING PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO IN 300 ALLA PROVINCIA DI TREVISO

Presenti anche Moni Ovadia e don Giuseppe Stoppiglia


TREVISO - Oltre 300 volontari hanno partecipato alla 10^ edizione del Meeting Provinciale del Volontariato trevigiano, che si è tenuto Sabato 20 Settembre nell’Auditorium della Provincia di Treviso.
Ospiti speciali per questo decimo appuntamento, il poliedrico attore teatrale, drammaturgo e scrittore Moni Ovadia e don Giuseppe Stoppiglia, Presidente e fondatore dell’Associazione Macondo. Tema di confronto e approfondimento della giornata è stato il viaggio, affrontato come metafora dell’evoluzione del mondo del volontariato.

Aderiscono al Coordinamento trevigiano circa 340 associazioni, per migliaia di volontari rappresentati. Significativi i numeri delle risorse distribuite attraverso l’ultimo bando a rilevanza locale per il 2014.
84 i progetti finanziati, presentati complessivamente da 130 associazioni, per 350 mila euro investiti dal CSV e circa 90mila euro dalle associazioni richiedenti.
26 le Amministrazioni Comunali coinvolte presenti in 35 progetti, oltre alla partecipazione delle tre Aziende Sanitarie Ulss 7, 8 e 9, presenti in 15 progetti.

“Il volontariato chiede anche alle istituzioni locali di sciogliere gli indugi e assumersi la responsabilità di scelte di cambiamento che siano coraggiose. – dichiara Adriano Bordignon Presidente CSV – Volontarinsieme Treviso - Questo è un viaggio che dobbiamo percorre tutti insieme, senza lasciare indietro gli ultimi perché le nostre comunità sono già troppo frammentate. Basta viaggi per alcuni in prima classe e per altri in terza classe o peggio. La complessità della mappa dei bisogni, l’incertezza economica e sociale, un quadro normativo in forte cambiamento ci chiedono di accompagnare il consueto e fecondo attivismo di cura della persona con una riflessione approfondita e coraggiosa su quali saranno i ruoli e le vocazioni del volontariato del futuro.”

Tra i partecipanti al meeting molti dirigenti e volontari attivi provenienti da associazioni che operano in vari settori tra i quali l’ambito socio-sanitario, la disabilità, la famiglia e i minori, le dipendenze e la marginalità, giovani, anziani, immigrazione, ambiente, protezione civile.
Uno degli scopi dell’incontro è la costante crescita intorno ai temi individuati, sui quali si continuerà a lavorare nel prossimo futuro sia a livello di Coordinamento di associazioni che all’interno delle singole realtà associative, con incontri che si svolgeranno il 6 Ottobre a Montebelluna, il 9 Ottobre a Conegliano e il 10 Ottobre a Treviso, con inizio alle 20.30.

Moni Ovadia è intervenuto sull’idea stessa di viaggio come incontro con “l’altro” in un’ottica di apertura, di disponibilità e opportunità al cambiamento. Ovadia ha accompagnato i presenti nel comprendere come il viaggio possa essere inteso come esperienza mentale facendo emergere l’importanza di poter cambiare opinione abbattendo pregiudizi e luoghi comuni. Questo percorso apre poi all’interpretazione dell’idea di confine e di identità.

Don Giuseppe Stoppiglia ha invece affrontato la metafora del viaggio offrendo uno sguardo sulle strade percorse dal volontariato e dalle difficoltà che questo mondo ha incontrato nel tempo. Don Giuseppe si è soffermato sull’importanza dei compagni di viaggio e dei rapporti che si possono stringere facendo la stessa strada, per concludere con le prospettive che lui stesso intravede per lo sviluppo del volontariato in questi tempi di costante e veloce evoluzione sociale.

Il Meeting del Volontariato si è concluso con lo spettacolo teatrale “La Scelta” di Mara Moschini e Marco Cortesi quattro storie vere di coraggio e umanità provenienti da uno dei conflitti più atroci e disumani dei nostri tempi: la guerra civile che ha insanguinato l'Ex-Jugoslavia tra il 1991 e il 1995.

Galleria fotograficaGalleria fotografica