Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incidente verso le 8.30: a bordo un 52enne di Sernaglia e un 49enne della zona

ULTRALEGGERO MANCA LA PISTA, GRAVEMENTE FERITO IL PILOTA

Il velivolo stava atterrando al campo di volo San Giuseppe di Vidor


VIDOR - Un aereo ultraleggero si è schiantato al suolo questa mattina, nei pressi dell'aviosuperficie San Giuseppe, a Vidor. Gravemente ferito uno dei due occupanti. Intorno alle 8.30, il velivolo, un modello Firefox, forse a causa della visibilità non perfetta, non è riuscito ad atterrare sulla pista rialzata in erba del campo di volo, finendo contro la I resti dell'ultraleggero schiantatosicollinetta all'imbocco del percorso di atterraggio. Nell'impatto, il passeggero, Alberto Mussato, 45 anni, del posto, che si trovava sul sedile posteriore, è stato sbalzato all'esterno, sul prato, senza riportare pesanti conseguenze. Il pilota, Giancarlo Favero, 52 anni di Sernaglia della Battaglia, proprietario del piccolo areo, invece è rimasto all'interno dell'abitacolo, ferito in modo serio. Scattato l'allarme, sul luogo dell'incidente il 118 ha inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, poiché la presenza di nebbia impediva l'intervento dell'eliambulanza di Treviso. L'uomo ai comandi è stato imbarcato sull'elicottero e trasportato all'ospedale di Belluno, con probabili politraumi, in particolare al bacino, mentre il suo compagno è stato accompagnato in ambulanza a Montebelluna per controllare alcune ferite al volto. Sul posto, oltre al personale del Suem 118, i Vigili del fuoco e i Carabinieri.

"RIPRENDI QUOTA!", POI LO SCHIANTO

All'origine dell'incidente di Vidor ci potrebbe essere un errore di valutazione, probabilmente favorito dalla visibilità non ottimale sulla zona. Ai comandi del piccolo aereo c'era Giancarlo Favero, imprenditore edile di Sernaglia della Battaglia: il 52enne aveva preso il brevetto di primo livello da un paio di anni e stava facendo praticaLo sfortunato Giancarlo Favero per ottenere l'abilitazione successiva. Per questo seduto dietro a lui, nel velivolo fornito di doppi comandi, c'era il più esperto Alberto Mussato: in possesso del brevetto superiore, fungeva in sostanza da tutor. Favero altrimenti non avrebbe potuto trasportare passeggeri. L'ultraleggero era decollato poco prima dallo stesso campo di volo e stava rientrando proprio per le condizioni meteo non ideali. La particolare conformazione della zona di atterraggio, però, potrebbe aver tratto in inganno il pilota: la pista in erba, lunga circa 400 metri, infatti è sopraelevata di alcuni metri rispetto al circostante piano campagna. Secondo quanto raccontato dai familiari dello stesso Favero, l'uomo aveva iniziato la manovra di atterraggio, senza però rendersi conto di volare troppo basso per imboccare la pista. Accortosi del problema il copilota avrebbe urlato al compagno di cedergli i comandi, ma quei pochi attimi di concitazione sarebbero risultati fatali e i due non sono più riusciti a far riprendere quota al velivolo. Il Firefox è così andato a cozzare contro la scarpata. Come detto a riportare le conseguenze peggiori, il 52enne: trasportato d'urgenza all'ospedale di Belluno, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico con cui i medici contano di evitargli danni permanenti. L'altro occupante, invece, se l'è cavata solo con alcune escoriazioni al volto. L'intera zona dell'aviosuperficie, comunque, è stata posto sotto sequestro in attesa dei necessari accertamenti.

La pista del campo di volo San Giuseppe di Vidor