Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Presentato dal Panathlon di Treviso il libro dell'allenatore sandonatese

PER EZIO GLEREAN IL CALCIO ITALIANO È UN'ISOLA CHE NON C'È

"Bisogna riportare il divertimento nei nostri giovani calciatori"


TREVISO - Il calcio e l'isola che non c'è è il titolo del libro dell'allenatore Ezio Glerean. Glerean, 58 anni, sandonatese, ex mister del Cittadella che a cavallo dei due secoli portò in B con un gioco spettacolare ed un modulo spregiudicato, il 3-4-4, nell'opera denuncia lo stato del calcio giovanile italiano, in progressivo declino. E l'ha spiegato lui stesso nella serata al Migò organizzata dal panathlon di Treviso, presieduto da Andrea Vidotti. "Oggi manca proprio la libertà di divertirsi, va bene l’educazione, va bene la disciplina, ma il divertimento viene prima di ogni altra cosa. Certo, è anche questione di famiglia, di scuola: i bambini sono come gli alberi, se crescono storti non si raddrizzano più. Per dire: cosa sono i campionati pulcini ed esordienti senza i punti e la classifica? Sbagliato: ci dev’essere la soddisfazione per la vittoria, dà competitività. Ma guardate come sono ridotte le giovanili azzurre, non c’è serbatoio, non c’è ricambio, la A pullula di stranieri. Prandelli mi diceva che sotto la sua nazionale non c’è più nulla. Ed a quelli bravi facciamo passare la voglia: forza, torniamo al piacere puro. Servono istruttori, maestri che insegnino a giocare, non a calcio, a giocare e basta. Tornare indietro non si può, trovare una nuova strada sì."

Galleria fotograficaGalleria fotografica