Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Disposto il non luogo a procedere per il 42enne accusato di violenza sessuale

STUDENTESSE TOCCATE IN AUTOBUS: IL GIUDICE "GRAZIA" IL MOLESTATORE

Un deficit cognitivo e psicologico non permette che venga processato


TREVISO – (gp) Non luogo a procedere a causa di un deficit cognitivo e psicologico. E' questo l'esito dell'udienza preliminare che vedeva imputato un 42enne trevigiano chiamato a rispondere dell'accusa di violenza sessuale ribattezzato il “molestatore delle studentesse”. Dopo un weekend passato in cella, l'uomo era tornato completamente libero il 10 febbraio scorso al termine dell'interrogatorio di convalida dell'arresto durante il quale aveva ammesso di aver sfiorato il sedere di una ragazza in una sola occasione, respingendo con forza però i dieci episodi di violenza sessuale che gli venivano contestati dalla Procura di Treviso. Stando alle accuse, l'uomo saliva sugli autobus frequentati da studenti e studentesse (soprattutto lungo la linea 6 che collega Treviso a Quinto) e poi approfittava della calca per palpeggiare le ragazzine dirette nei vari istituti di Treviso. Sorpreso in flagranza di reato dopo una serie di segnalazioni da parte delle vittime, venne arrestato dai carabinieri di Treviso. Una decina, come detto, le denunce presentate all'Arma tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014 che aveva così avviato le indagini piazzandomilitari in borghese sugli autobus, soprattutto nelle ore di maggior affluenza di studenti. Dopo una serie di accertamenti, i militari avevano puntato l'attenzione sul 42enne che era stato pedinato, fotografato e filmato nella serie di comportamenti ritenuti molesti. Immagini inserite nel fascicolo di indagine e che hanno portato all'arresto dell'uomo dopo l'ultimo, secondo l'accusa, palpeggiamento ai danni di una minore.