Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una chiamata al centralino annuncia: "C'è un ordigno in un aereo che decolla alle 10"

ALLARME BOMBA AL CANOVA: SCALO PARALIZZATO, PASSEGGERI IN CODA

Controllati i voli per Londra e Dublino, nessun problema per gli arrivi


TREVISO – Allarme bomba all'aeroporto Canova in mattinata. Una telefonata anonima giunta alle 7.30 alle biglietterie dello scalo trevigiano (voce maschile in perfetto italiano) ha annunciato la presenza di un ordigno all'interno di un volo in partenza intorno alle ore 10. Immediate sono scattate le misure di sicurezza e sono stati controllati i voli in partenza per Londra Stansted (decollo previsto alle 9.50) e Dublino (decollo previsto alle 10.10). Il primo stava già effettuando il boarding e le operazioni di bonifica, eseguite anche attraverso alcune unità cinofile, hanno fortunatamente dato esito negativo. Controllato anche il velivolo in partenza per la capitale irlandese: sui monitor delle partenze installati nell'aeroporto si leggeva infatti "security check". Tutti i 300 passeggeri dei due voli sono stati sottoposti ad attentissimi controlli personali e dei propri bagagli. Sul posto, oltre agli artificieri, un ampio dispiegamento di forze dell'ordine per gestire la situazione: polizia aeroportuale, volanti, carabinieri, finanzieri, vigili del fuoco e agenti della polizia locale. Lunghe code di passeggeri si sono formate ai check-in e ai gate dell'aeroporto trevigiano ma non si sono verificati problemi di sorta: pazientemente i viaggiatori hanno atteso che la situazione tornasse alla normalità. Non sono stati cancellati voli (oltre a quelli per Londra e Dublino, sono previste tre sole partenze in mattinata: alle 11.05 per Stoccolma, alle 12 per Catania e alle 12.10 per Cagliari) e i ritardi che si erano man mano accumulati, si sono risolti dopo il via libera delle autorità per poter partire, arrivato attorno alle 11. Nessun problema invece per i voli in arrivo all'aeroporto Canova che non hanno subito nessuna ripercussione. Non è la prima volta che lo scalo trevigiano viene interessato da un episodio simile: l'ultimo “allarme-bomba” risale infatti al 23 aprile scorso.














Passeggeri in attesa di poter partire verso Dublino