Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Cisl sollecita pi¨ coraggio nella contrattazione territoriale in materia

SANIT└ E BUONI SCUOLA ANZICH╚ PREMI IN DENARO AI LAVORATORI

Solo il 5% delle imprese trevigiane applica il welfare integrativo


PREGANZIOL - Le imprese che nella Marca applicano un contratto di secondo livello, integrativo rispetto a quello base nazionale, rappresentano il 15% del totale. Ancora meno, circa il 5%, quelle che adottano forme di welfare integrativo: ossia, in sostanza, che forniscono ai propri dipendenti, anziché aumenti in denaro, la possibilità di accedere a prestazioni: dalle cure sanitarie alla previdenza complementare, da libri o rette scolastiche per i figli alla spesa a prezzi agevolati in negozi convenzionati.
Al tema la Fai e la Filca Cisl del Veneto, i sindacati dei lavoratori dell'agroalimentare e del legno e costruzioni (le due categorie, tra l'altro, sono destinate a fondersi) hanno dedicato un convegno. Da tempo la Cisl punta sulla costituzione di un sistema di welfare territoriale. “Significa interpretare i nuovi bisogni della gente”, conferma Franco Lorenzon, segretario generale di Treviso e Belluno. Per realizzarlo occorre una contrattazione per sperimentare nuovi meccanismi: il leader provinciale della Cisl, ad esempio, pensa a fondi rivolti ad una determinata area, che consentano anche ai lavoratori delle piccole aziende di accedere alle varie prestazioni. “Questo permette di costare meno alle aziende e dare di più ai lavoratori – ribadisce Lorenzon -. Serve un po' di coraggio: non possiamo aspettare le decisioni a livello nazionale”.
La strada del welfare integrativo merita di essere battuta anche secondo Unindustria Treviso. Al momento, però, rimangono ancora troppi vincoli burocratici e ambiguità interpretative delle norme, che frenano l'applicazione pratica. “C'è la volontà di incentivare la contrattazione di secondo livello perchè c'è la convinzione che da un lato favorisca la crescita culturale delle aziende, dall'altro possa motivare le persone a raggiungere risultati che migliorino la competitività delle imprese trevigiane”. Per questo, Unindustria sta studiando dei pacchetti semplificati per agevolare le ditte nell'adottare soluzioni di welfare aziendale.