Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ricucito il rapporto con la famiglia che ha deciso così di rimettere la querela

MINACCIA DI MORTE MATRIGNA E SORELLASTRA: ASSOLTA A PROCESSO

A scatenare le ire della 20enne la nuova relazione intrapresa dal padre


TREVISO - (gp) Alla fine ha vinto l'amore per la famiglia. Dopo mesi di minacce, discussioni, dispetti e tensioni, il processo a carico di una 20enne trevigiana si è concluso con un'assoluzione a causa delle remissione della querela che l'aveva portata di fronte al giudice. A sporgerla era stato il padre della giovane e la sua nuova compagna, entrambi parti offese assieme alla figlia 13enne di lei nonché sorellastra dell'imputata. A scatenare le ire della ragazza, finita nel mirino della Procura, era stata proprio la nuova relazione del padre. Una scelta di vita che la 20enne non riusciva ad accettare. Così come non riusciva ad accettare la presenza nella sua vita sia di quella donna che della figlia. Stando alle accuse la giovane, per far uscire le due “rivali” dal cuore del padre, avrebbe iniziato a minacciarle pesantemente. “Ti farò diventare orfana” avrebbe detto alla 13enne. Stesso trattamento anche per la matrigna, e in alcuni casi anche allo stesso padre. Una situazione divenuta col tempo insostenibile tanto da spingere il genitore e la compagna a sporgere denuncia. E forse la possibilità di rimediare una sonora condanna ha fatto rinsavire la giovane, che ha così ricucito il rapporto con la sua “nuova famiglia”. Pace fatta insomma, decretata ieri anche dal tribunale.