Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una tunisina di Montebelluna non si oppone a un decreto penale da 5 mila euro

RUBA 10 EURO DI COSMETICI E SI FA CONDANNARE PER NON PAGARNE 500

Per la 45enne disposta la sospensione condizionale: non pagherą nulla


MONTEBELLUNA - (gp) Piuttosto che sborsare 500 euro per risarcire la parte offesa che si era detta disposta a ritirare la querela, ha rinunciato all'opposizione al decreto penale di condanna da 5.020 che pendeva su di lei “bruciandosi” la condizionale e sostenendo che quel denaro lo avrebbe speso molto più volentieri per i suoi quattro figli. E' l'epilogo della vicenda che vedeva imputata per tentato furto una cittadina tunisina di 45 anni residente a Montebelluna, difesa dall'avvocato Luisa Osellame. La donna, il 2 luglio del 2012, trovandosi in ristrettezze economiche aveva cercato di rubare tre deodoranti e un rimmel all'interno del supermercato Interspar di Montebelluna. La 45enne aveva nascosto i cosmetici nella borsetta che aveva con sé e si era diretta all'uscita senza passare per le casse. Un addetto alla sicurezza aveva notato il suo fare incerto più che sospetto (non si trattava infatti di una professionista) e aveva deciso di bloccarla prima che uscisse dall'esercizio commerciale. Non appena venne fermata la donna si rese conto di essere stata scoperta e confessò tutto. Un furto, tentato, per un valore totale di 10,07 euro. Nonostante la cifra irrisoria, venne denunciata e la Procura di Treviso firmò contro di lei un decreto penale di condanna da 5.020 euro in sostituzione di 20 giorni di reclusione. La 45enne a quel punto decise di opporsi al decreto penale, pur avendo ottenuto la sospensione condizionale della pena, per continuare ad avere la fedina penale pulita risarcendo l'esercizio commerciale del danno subìto. Di fronte alla richiesta risarcitoria di 500 euro, la donna è però tornata sui suoi passi. Non attraversando un periodo florido dal punto di vista economico, ha scelto di spendere quei 500 euro per i propri figli piuttosto che versarli alla parte offesa in cambio della remissione della querela. Rinunciando all'opposizione ha così preferito, per amore dei suoi figli, “bruciarsi” la condizionale (non pagherà quindi un solo euro) piuttosto che risultare incensurata.