Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quinta volta a palazzo di Giustizia in pochi mesi, il presidente Gatto: "Pessima moda"

TRIPLO ALLARME BOMBA: EVACUATI TRIBUNALE, MUNICIPIO E GIORGI

Telefonata anonima ai carabinieri di Castelfranco avvisa degli ordigni


TREVISO - Un triplo allarme bomba ha mandato in tilt questa mattina l'attività di varie istituzioni trevigiane. Evacuati il Tribunale, il municipio e l'Ipsia Giorgi. Poco prima delle 11, la classica telefonata anonima al centralino del 112 dei Carabinieri di Castelfranco ha avvisato della presenza di un ordigno nei tre enti. E' subito scattato il protocollo di emergenza e tutte le persone all'interno sono state fatte uscire. Poichè l'avvertimento non speficicava quali edifici,  la procedura di sicurezza ha riguardato tutte le sedi comunali, sia Ca' Sugana, sia Palazzo Rinaldi, e allo stesso modo sia la sede centrale sul Terraglio, che la succursale dell'istituto professionale. Dipendenti, utenti, professori e studenti si sono dovuti radunare all'esterno in attesa dell'arrivo da Padova degli artificieri. Sul posto c'erano polizia di Stato, carabinieri, polizia locale e vigili del fuoco, per isolare le zone interessate.
L'evento è ormai una prassi per palazzo di Giustizia: è il quinto allarme di questo tipo nel giro di pochi mesi. Proprio in virtù delle nuove misure di prevenzione, per la prima volta l'evacuazione è stata annunciata dallo squillo dell'apposita sirena. "Purtroppo sta diventando una bruttissima moda", conferma un amareggiato Aurelio Gatto, presidente del Tribunale. Il magistrato ha ribadito che i lavori di messa in sicurezza dell'edficio stanno procedendo ed entro fine anno dovrebbero essere attivi i nuovi metal detector all'ingresso. A breve i responsabili della struttura si incontreranno con il prefetto per valutare a chi spetti sostenere la spesa.