Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, appostamento della polizia a casa della madre, sequestrati pc e documenti

IDENTIFICATO IL RE DELLE TRUFFE ON LINE: ╚ UN 36ENNE TREVIGIANO

Decine di raggiri fruttati oltre 50mila euro, fingeva di vivere all'estero


TREVISO - Era diventato un vero e proprio re delle truffe on line: pubblicava annunci su portali come Subito.it o E-Bay con cui proponeva agli acquirenti oggetti tecnologici di ultima generazione come pc, telefonini e tablet, incassava il denaro (solitamente via Postepay) e poi spariva nel nulla, senza recapitare la merce. Sono centinaia le truffe messe a segno con questa tecnica da un 36enne trevigiano che è stato finalmente identificato e denunciato dalla polizia postale di Treviso. L'uomo, negli anni, sarebbe riuscito ad incassare con questa sua attività criminale oltre 50mila euro riuscendo quasi sempre però a sfuggire alla giustizia. Il 36enne ìnfatti fingeva di vivere all'estero e si era reso irreperibile a tutte le notifiche degli atti giudiziari a suo carico. La polizia postale è riuscita ad identificarlo sono dopo un lungo appostamento nei pressi dell'abitazione della madre che lui usava come base per le truffe on line. Gli agenti hanno sequestrato presso la sua abitazione dei pc e numeroso materiale informatico, ora al vaglio degli investigatori, oltre a centinaia di ricevute che attestavano l'avvenuto pagamento dei prezzi convenuti con gli acquirenti truffati. Ora la indagini della polizia postale proseguono: ci sarebbero altre decine di sventurati clienti.