Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A Santa Caterina occorre tarare l'impianto di climatizzazione e installare infissi blindati

LA MOSTRA SI FARA', GOLDIN ABBIA ANCORA UN PO' DI PAZIENZA

L'assessore Franchin rassicura il critico sul suo ritorno a Treviso


TREVISO - Ancora qualche giorno di pazienza per avere certezze sul ritorno di una grande mostra griffata Marco Goldin a Treviso. A ribadirlo è l'assessore alla Cultura, Luciano Franchin, che rassicura anche lo stesso critico d'arte. Centinaia di persone si sono assiepate ieri sera al teatro Del Monaco per assistere alla tappa trevigiana del tour di presentazione della rassegna “Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh – La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento”, che si aprirà a Vicenza la vigilia di Natale. Goldin non ha nascosto qualche dubbio sul progetto di riportare una sua mostra a Treviso: in una precedente riunione a Ca' Sugana, proprio il patron di Linea d'Ombra aveva fissato un limite di una quindicina di giorni per definire la questione. Scadenza dettata dalla necessità di dare risposte ai musei internazionali che dovrebbero prestare le opere. Il termine è però trascorso senza che vi sia ancora l'ufficializzazione. Tanto che lo stesso Goldin ha avanzato qualche dubbio sull'esito del progetto.
L'assessore Franchin, però, rassicura critico e pubblico: il Comune ha la piena volontà di portare a compimento la mostra, restano da fissare solo gli ultimi dettagli. Anche in mattinata si è tenuto un sopralluogo a Santa Caterina, sede deputata ad ospitare l'esposizione, insieme pure ad alcuni potenziali sponsor. L'amministrazione ha chiarito i lavori necessari per adeguare l'ex convento: una taratura, stanza per stanza, del sistema di climatizzazione e l'installazione di infissi blindati sui varchi delle porte e delle finestre. Lavori che richiedono un certo impegno anche finanziario – confidano a Ca' Sugana -, ma nulla di tanto complesso da impedire lo sbarco di Goldin nella sua Treviso.