Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giavera, nel mirino Stefano Zanatta, a capo del mandamento di Asolo e Montebelluna

LADRI SVALIGIANO L'AZIENDA DEL PRESIDENTE DI CONFARTIGIANATO

Sparita intera collezione della "Fdr veneta", colpo da 120mila euro


GIAVERA - Ladri in azione questa notte a Cusignana di Giavera del Montello presso l'azienda tessile di Stefano Zanatta, presidente del mandamento di Asolo e Montebelluna di Confartigianato. I malviventi hanno agito con il favore dell'oscurità, approfittando dell'assenza di allarmi e telecamere: sono penetrati nella ditta scassinando la finestra di uno dei bagni al pianterreno e una volta all'interno hanno messo le mani sull'intera collezione del marchio "Fdr Veneta" (si tratta di oltre 400 capi, del valore di 120mila euro, pronti per essere spediti nei negozi), una cinquantina di abiti dal campionario, vari pc e telefoni. I ladri sono poi fuggiti attraverso una porta anti-panico, facendo perdere le proprie tracce: probabilmente si sono serviti di un furgone per sistemarvi la refurtiva. L'addetto alla vigilanza, non vedendo effrazzioni dall'esterno durante il suo giro di perlustrazione notturno, non aveva notato nulla: a scoprire il maxi-furto è stato stamani, verso le 7, uno dei dipendenti. Sull'episodio indagano ora i carabinieri di Montebelluna che in mattinata hanno svolto gli accertamenti del caso: la principale ipotesi, attualmente, è quello del furto su commissione. La merce potrebbe infatti essere destinata ad essere spedita e rivenduta all'estero.