Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accresce il carattere sociale, con due nuovi progetti di solidarietà

OCA ROSTA, FOLPETTI E VIN NOVO: AL VIA LE FIERE DI SAN LUCA

Da venerdì 3 a domenica 19 ottobre con 77 attrazioni nel prato di Fiera


TREVISO - (ag) I primi giorni d'ottobre evocano nei trevigiani il ricordo di uno tra gli appuntamenti più attesi dell'autunno. Per i bambini quello con le giostre, le frittelle e lo zucchero filato, per gli adulti quello con i primi marroni, il “vin novo”, i “folpetti” o l'“oca rosta”. Tutti i sensi vengono risvegliati alle Fiere di San Luca che da venerdì 3 ottobre fino a domenica 19, animeranno il prato di Fiera dal pomeriggio fino a sera (14.30-24.00) e la domenica anche la mattina (dalle 9.00). Tra le sue 77 attrazioni molte immancabili conferme, come la ruota panoramica, il polipo, le gabbie, il tagadà, e le giostre ultramoderne per gli amanti dei brividi sulla schiena, come il booster o il the king. Anche due novità per le famiglie: un piccolo tappetino volante che promette di girare più velocemente e un'imponente giostra su tre piani ispirata ad un tempio Maya, che dal labirinto di specchi prosegue al secondo piano con gli scherzi, per concludersi con un terzo livello panoramico di 11 metri. E ancora, per venerdì 10 ottobre, l'animazione di Peppa Pig.
Le fiere aprono oggi alle 15.00 con lo spettacolo del gruppo di musici e sbandieratori di San Giorgio di Noale e la prima delle tre Feste del Bambino, che si ripeteranno i successivi mercoledì, con ben 120mila biglietti omaggio consegnati ai bambini di Treviso e dei comuni limitrofi.
In tempo di crisi il prezzo biglietti non aumenta, resterà tra i 2 e i 4 euro, e vi sarà la possibilità di scaricare dei buoni dal sito www.lunaparkfieredisanluca.com. Si rafforza, invece, il carattere sociale delle fiere. Sono stati realizzati dei calendari la cui vendita andrà a finanziare i progetti dell'associazione Oltre le Barriere, mentre tramite il banco alimentare sono state consegnate più di 150 buste con biglietti omaggio per offrire un momento di svago alle famiglie disagiate del territorio.
Dal punto di vista logistico, questa edizione vede rinnovati altri due aspetti: la raccolta differenziata, con 10 ecopunti dotati di istruzioni per una corretta separazione dei rifiuti, e lo spostamento della maggior parte delle caravan (una cinquantina) nell'area attrezzata di via Milani, con una ventina che rimangono in via Boccaccio.
Un ultimo punto, invece, è fuori discussione: quello del trasferimento delle fiere in un'altra zona di Treviso. “Le fiere sono nate qui mille anni fa come parco divertimento e di scambio commerciale. - sottolinea il consigliere comunale del Pd Antonella Tocchetto - E' un posto tradizionale e noi lavoreremo affinché rimanga là, anche perché i cittadini amano quel posto e amano quei 15 giorni.”