Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO L'intervista all'ideatrice della rassegna, Elena Filini

L'APERITIVO OFF CON IL BASSO GIOVANNI FURLANETTO ED ENRICO MARTELLOZZO

L'evento rientra nella nuova edizione della rassegna Oltre la scena


TREVISO - Domenica 5 ottobre alle ore 11.00, nel Foyer del Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso, si terrà il primo dei tre Aperitivi OFF inseriti nel programma di OLTRE LA SCENA 2014-2015. Messo a punto da Comune di Treviso, Teatri e Umanesimo Latino SpA, Fondazione Benetton Studi Ricerche, Conservatorio di Musica Agostino Steffani di Castelfranco Veneto, Oltre la scena è un progetto ideato da Elena Filini, che prevede un cartellone di approfondimenti e incontri intorno ai tre titoli d’opera allestiti al Teatro Comunale Mario Del Monaco nella stagione 2014-2015,
Gli Aperitivi OFF sono degli incontri con i protagonisti trevigiani dell'opera internazionale, ospiti a Treviso per conversazioni sulla propria attività inerente ai titoli in cartellone. Il tutto in una dimensione intima e colloquiale, tra arte e convivialità.
Nell'atmosfera elegante e off del foyer, il pubblico potrà conoscere il basso Giovanni Furlanetto e l'imprenditore e promotore del Premio Bellussi Enrico Martellozzo.

Al termine dell'incontro, aperitivo al Ridotto del Teatro.
Il prossimo Aperitivo OFF, Verdiana con il direttore d'orchestra Giancarlo Andretta, si terrà domenica 23 novembre 2014 alle ore 11.00.

***
Parallelamente ad esperienze professionali come attore di teatro e di circo, Giovanni Furlanetto compie gli studi musicali presso il Conservatorio Pedrollo di Vicenza, diplomandosi in canto sotto la guida di Luisa Romana Righetti. In breve tempo si impone all’attenzione del pubblico e della critica, vincendo nel 1988 il Concorso Opera Company of Philadelphia - Luciano Pavarotti International Voice Competition. Da allora prende parte ad importanti produzioni operistiche in alcune fra le principali istituzioni musicali del mondo. La brillante evoluzione della sua carriera lo porta a lavorare nei maggiori teatri e festival a livello internazionale, fra cui: Teatro alla Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Rossini Opera Festival di Pesaro, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Verdi di Trieste, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Massimo V. Bellini di Catania, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro Regio di Parma, Teatro Regio di Torino, Festival di Salisburgo, Hamburgische Staatsoper, Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, Staatsoper Unter den Linden di Berlino, Opéra National de Paris, Théâtre des Champs Elysées di Parigi, Théâtre du Capitole di Toulouse, New Israeli Opera di Tel Aviv, Gran Teatre del Liceu di Barcelona, San Francisco Opera Company, Baltimore Opera Company, Opéra de Montréal, Philadelphia Opera Company. Ha collaborato con direttori d’orchestra quali, fra gli altri, Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Antonio Pappano, Daniele Gatti, Zubin Mehta, Riccardo Muti, e con registi come Dario Fo, Hugo De Ana e Luca Ronconi.
Fin dal 1969 Bellussi Valdobbiadene, da sempre sensibile e attenta alle manifestazioni culturali dell’area in cui opera, ma non solo, ha scelto di sostenere il Concorso Internazionale per Cantanti “Toti Dal Monte. Il Premio Bellussi è una borsa di studio che vuole essere di aiuto e stimolo ai giovani cantanti a proseguire sulla strada, non certo facile, del perfezionamento artistico.

Bellussi e Belpoggio: due nomi, due storie, una famiglia
Enrico Martellozzo rappresenta l’ultima generazione della famiglia Martellozzo che da oltre 100 anni opera nel settore del vino in Veneto. Nel 1993 viene rilevata la storica azienda Bellussi Spumanti di Valdobbiadene, nel cuore del Prosecco DOCG, prendendo il nome di Bellussi Valdobbiadene per sottolineare il legame della Maison con la tradizione del proprio territorio. Sotto la guida di Enrico Martellozzo, coerentemente con l’obiettivo della qualità, si è investito nei vigneti e nell’adeguamento tecnologico delle cantine. Nel 2000 la “carta dei vini” si è arricchita e strutturata presentando oltre alla Linea Bellussi, la Linea Belcanto, che è il risultato di una “amorosa” ricerca dell’enologo dell’Azienda Francesco Adami, responsabile comunque di tutta la produzione e che prevede l’impiego anche di Chardonnay e Pinot Noir. Per quattro anni consecutivi, al Concorso Enologico Spumanti d’Italia, Belcanto Millesimato Dry ha ottenuto il Nastro d’Argento, primo premio assoluto nella categoria Charmat.

Enrico Martellozzo è però uomo di cultura non solo vinicola. Da vero e competente melomane ha istituito già nel 1996 il “Premio Bellussi Valdobbiadene” riservato ai vincitori del Concorso Internazionale per Cantanti “Toti Dal Monte”, con l’obiettivo di caratterizzare il proprio marchio in un contesto culturale aperto ai giovani. Questa iniziativa ha ottenuto un significativo apprezzamento dal “Premio Guggenheim – Impresa & Cultura”. Non solo, per due anni Belcanto di Bellussi è stato partner del Festival Pucciniano di Torre del Lago. “Questi eventi sono per noi – dice Enrico Martellozzo - ottimi strumenti di comunicazione perché l’ impresa deve fare anche cultura. Nelle aree vip si può degustare il nostro prodotto e il brand si arricchisce ulteriormente di contenuti culturali”.
Da cinque anni è fornitore ufficiale della Fondazione Biennale di Venezia e in particolare della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Tanto che nel 2010 è stato presentato un nuovo vino che Enrico Martellozzo ha voluto dedicare ai 78 anni di storia della Mostra del Cinema: Lido 1932. Un Collio bianco DOC, ottenuto da uve di Pinot Grigio per l’80% e di Ribolla Gialla per il 20%.
Fedele alla sua tradizionale ricerca della qualità e stimolato dalla moglie Renata Rami, grande appassionata della Toscana, Enrico Martellozzo ha acquistato anni fa una tenuta nel territorio di Montalcino che ha chiamato Belpoggio. Un ‘progetto di famiglia’ nel quale è stato coinvolto l’enologo di fiducia Francesco Adami. Belpoggio è una tenuta di 10 ettari di cui 5 vitati (100% Sangiovese grosso) e gli altri costituiti da un antico uliveto, situata a soli 500 metri dall’Abbazia di Sant’Antimo con uno straordinario panorama sulla Val d’Orcia. L’antica dimora è stata ristrutturata con rigore architettonico mentre le cantine sono state completamente rinnovate e adeguate con le più moderne tecnologie di vinificazione. Una particolare attenzione è stata rivolta all’area dell’invecchiamento che avviene per 36 mesi in piccole botti di rovere.