Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, Manildo: "Tempo per distinguere tra morosi e vittime dell'amministratore"

NIENTE SIGILLI AI RUBINETTI NEI CONDOMINI IN ROSSO

Ats e Comune concordano una moratoria per il blocco della fornitura


TREVISO - Non scatteranno i sigilli ai contatori per gli inquilini dei condomini, nei cui bilanci sono emersi buchi da migliaia di euro. Comune ed Ats, la società che gestisce l'acquedotto, si sono accordati per una sorta di moratoria. L'azienda, a fronte del mancato saldo di diverse bollette, aveva annunciato la necessità di procedere con la sospensione dell'erogazione. Diversi residenti, tuttavia, hanno regolarmente versato la propria quota all'amministratore, che, però, come emerso negli ultimi giorni, avrebbe utilizzato i fondi per altri scopi. Proprio per questo, l'obiettivo, ha spiegato il sindaco Giovanni Manildo che ha incontrato il presidente di Ats, Marco Fighera, era evitare di penalizzare due volte chi aveva pagato, tagliandogli anche la fornitura dell'acqua. Non ci sarà dunque alcun blocco, almeno finchè non si sarà riusciti a distinguere tra veri morosi (ci sarebbero vari casi) e abitanti vittime dell'amministratore infedele.
Da parte sua Ats rivendica di aver agito nel pieno rispetto delle norme, inviando più volte avvisi e solleciti all'amministratore, in quanto i contratti i questione sono intestati al condominio e non ai singoli proprietari o inquilini. Nelle prossime ore il sindaco si confronterà anche con altre società di fornitura, come Aim o Enel, per valutare possibili soluzioni anche per gas ed elettricità.
In attesa di definire con precisione l'entità delle famiglie interessate e gli importi in ballo, comunque consistenti, per evitare che situazioni simili possano ripetersi, si stanno studiando modi che consentano una verifica più puntuale da parte dei residenti sui servizi erogati all'intero condominio, ad esempio tramite una relazione delle stesse società in occasione delle assemblee.

Galleria fotograficaGalleria fotografica