Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Obiettivo del provvedimento: città più verde e lotta all'inquinamento dell'aria

PIANTA UN ALBERO IN GIARDINO, IL COMUNE PAGA META' SPESA

Primo bando in Italia per incrementare il verde privato


TREVISO - Il verde oltre a rinfrancare lo spirito, giova anche ai polmoni: alberi ed arbusti assorbono anidride carbonica e contribuiscono a diminuire l'inquinamento dell'aria. Quelli dei parchi pubblici, ma anche quelli dei giardini privati. E per invitare i trevigiani ad incrementare la vegetazione intorno a casa, il Comune ha varato un bando finora unico nel suo genere in Italia: a chiunque pianterà un albero o una siepe, Ca' Sugana coprirà metà della spesa, fino ad un massimo di mille euro. La giunta ha stanziato allo scopo 40mila euro complessivi: una trentina le specie comprese nell'apposita lista, in gran parte autoctone, dal leccio al ligustro, dal maggiociondolo all'olmo, alla rosa canina, al salice. Il provvedimento è attivo da oggi e i moduli, accompagnati dalla relativa fattura, dovranno essere presentati entro le 14 del prossimo 19 dicembre (tra l'altro il periodo migliore per le piantumazioni). Il richiedente, ovviamente, dovrà risiedere nel comune, mentre il vivaista potrà essere anche non trevigiano.