Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cinque anni e nove mesi a Mihaela Costantin, cinque e mezzo a Ionella Anisoara

MINACCIATO CON UN COLTELLO E RAPINATO: 11 ANNI DI CONDANNE

Vittima dell'agguato fu Enzo Dalla Libera, 55enne di Rustignè


ODERZO – (gp) Era stato lui stesso in aula, con l'aiuto di un computer perchè affetto da una patologia che gli impedisce di parlare, a incastrare le due donne che l'8 marzo del 2012 lo avevano rapinato nella propria abitazione di via Anzanel a Rustignè. Una testimonianza cruciale quella di Enzo Dalla Libera, che ha portato a una condanna pesantissima per le due imputate: il collegio dei giudici del Tribunale di Treviso ha infatti condannato a cinque anni e nove mesi di reclusione (e 2500 euro di multa) la 37enne Mihaela Constantin e a cinque anni e sei mesi di reclusione la 45enne Ionella Anisoara Duicu, entrambe di origini romene e difese in aula dall'avvocato Carlo Favaro. Nel corso delle precedenti udienze erano stati i carabinieri di Conegliano, che avevano condotto le indagini, a sedersi sul banco dei testimoni permettendo al Tribunale di accertare che fossero effettivamente le due imputate le autrici del colpo. Le parole scritte della vittima avevano di fatto messo il sigillo sulla vicenda. Fu proprio il 55enne opitergino a fornire ai militari dettagli importanti per incastrare le rapinatrici. Stando alle accuse le due donne erano entrate nel residence di via Anzanel e avevano preso di mira l'uomo. Sotto la minaccia di un coltello, erano riuscite a farsi aprire la porta di casa e a rubare l'oro della madre morta della vittima e 300 euro in contanti prima di darsi alla fuga. Il 55enne le inseguì fino al portone d'ingresso del palazzo vedendo che erano scappate a bordo di un'Alfa 156 station wagon nera, annotando parte del numero di targa poi riferito ai carabinieri.